Corsi di formazione-workshops-masterclasses

all’interno dell’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica International Exhibitions and Festival edizione del settembre 2022, si terranno 2 masterclass didattiche:
Masterclass di Liuteria per Chitarra Acustica, Arch-top e Battente
Masterclass di Perfezionamento per Mandolino
di seguito i dettagli, docenti e programmi

Masterclass di Liuteria per Chitarra Acustica, Arch-top e Battente

venerdì 23, sabato 24, domenica 25 settembre  2022

sala Masterclass 1 presso Uffici di Cremona Fiere

Docenti: Maestri Liutai CLAUDIO e CLAUDIA PAGELLI (CH) – M° JOHN MONTELEONE (Usa) – M°ROSALBA DE BONIS (Ita)

traduzioni ed assistenza M° Max Monterosso, M° Mirko Borghino e M° Massimo Gatti

Costo euro 230,00 iva compresa
SCARICA MODULO PER ISCRIZIONE

Programma:

Maestri liutai CLAUDIO e CLAUDIA PAGELLI
Sono probabilmente tra i più grandi liutai contemporanei. Possiamo considerare le loro chitarre arch-top tra le migliori al mondo. Due visionari, inventori e artisti capaci di dare forme decise a un legno che si piega alla loro volontà.
Così si presenta Claudio Pagelli e presenta la moglie Claudia:
Ho costruito la mia prima chitarra quando avevo 13 anni. OK, quindi “chitarra” è un termine grandioso per la cosa di compensato che avevo creato, ma è stato un inizio. Ed ho continuato ad andare avanti, anche se i miei progressi sono stati interrotti da periodi in cui sono stato un musicista professionista e un ingegnere del suono in vari studi. Ma col senno di poi, quelle fasi sono state attività molto utili per un liutaio in via di sviluppo!
Ho iniziato principalmente costruendo chitarre elettriche e ho anche riparato e restaurato innumerevoli strumenti, inclusi bassi e flat-top, che mi sono portato a casa dai viaggi negli Stati Uniti. Alla fine, sono caduto sotto l’incantesimo dell’arch-top, il più reale di tutti. Per me, progettare le curve e gli archi di questi strumenti, pur mantenendo la forza richiesta e massimizzando comunque il loro potenziale tonale, è un atto di equilibrio di epica bellezza.
Tuttavia, questo non vuol dire che non ci piaccia costruire l’occasionale elettrico, flat-top o basso! Ma come sa qualsiasi stratega aziendale, la diversità può avere un prezzo. Nel caso dei liutai, la maggior parte si guadagna una reputazione per le loro arch-top, o per i loro componenti elettrici, o per le flat-top, o per i loro bassi, ma non per fare tutto. Ma in qualche modo siamo riusciti non solo ad essere accettati, ma anche a ricevere lodi di prim’ordine e vi ringraziamo per aver riposto la vostra  fiducia nel nostro lavoro.
Claudia fa parte di Pagelli Guitars da molti anni. Senza il suo dono naturale di creare bellezza, le mie chitarre sembrerebbero ancora come se provenissero dall’età della pietra. Ma oggi hanno influenzato una generazione di liutai e siamo orgogliosi di vedere le nostre idee in strumenti costruiti da altri.
Questo è il nostro 45° anno, e finché le persone continueranno a fare musica, non vediamo l’ora che arrivino i prossimi 45!
A tutti i nostri clienti, e a tutti coloro che sono interessati ai nostri strumenti, e davvero, a tutti coloro che ci supportano, GRAZIE dal profondo del nostro cuore!  www.pagelli.com

LIUTERIA OLTRE I LIMITI
1° giorno – Venerdì 23, dalle 10.00 alle 13.00
INTRODUZIONE AI “PAGELLI”
-Breve Biografia
COME LAVORIAMO SULLA TEORIA DURANTE LA REALIZZAZIONE DI STRUMENTI CUSTOM E PROTOTIPI
-Spiegazione sulla differenza tra chitarre custom e strumenti prototipo. Spiegheremo l’importante processo prima di iniziare effettivamente la costruzione di uno strumento. Materiale, design, costruzione, ecc.
TEMPO PER DOMANDE E RISPOSTE

2° giorno – Sabato 24, dalle 10.00 alle 13.00
COME LAVORIAMO SULLA PRATICA NELLA COSTRUZIONE DI STRUMENTI CUSTOM O PROTOTIPI
-Mostrando esempi di lavori custom e prototipi. Spiegando il processo di costruzione.
Per esempio: perché lo strumento ha l’aspetto che ha, selezione del legno, differenti incatenature, back attivo-passivo, ricerca del suono, buca, porte sonore, finiture e altro
TEMPO PER DOMANDE E RISPOSTE

3° giorno – Domenica 25, dalle 10.00 alle 13.00
COSTRUIRE CHITARRE CON LA MENTE APERTA
-Spiegazione sul nostro atteggiamento riguardo alla creazione di chitarre. Cercare di motivare i giovani costruttori ad essere coraggiosi e innovativi, mostrandolo e spiegandolo con esempi
ESPERIENZE DI 45 ANNI DI LIUTERIA PER CHITARRA
-Consigli pratici: come avviare un’impresa…o meglio cosa evitare, visibilità internazionale, relazione con l’artista, trovare il proprio stile e personalità, perché trattare il cliente partner come un re, e molto altro ancora
TEMPO PER DOMANDE E RISPOSTE

M° Liutaio JOHN MONTELEONE
John Monteleone nasce a Manhattan nel 1947 e cresce a Long Island. In tenera età impara da autodidatta a costruire chitarre. Nel 1973, dopo essersi laureato al Tarkio College con una laurea per insegnare musica, inizia a restaurare e costruire professionalmente strumenti musicali a corde.
Riconosciuto come uno dei migliori costruttori di chitarre e mandolini archtop viventi al mondo, John Monteleone è da molti anni all’avanguardia nella loro produzione.
I suoi strumenti, dal design unico, sono il massimo dell’espressione artistica che si riflette nel sottile ma stimolante matrimonio di forma e funzione.
John Monteleone ha contribuito allo sviluppo della liuteria per più di quarant’anni con la sua passione per design innovativi ed eleganti.  Ha fatto della produzione di strumenti di grande espressione nel tono una delle missioni della propria vita.
Il nucleo centrale strutturale da lui perseguito è rappresentato dalla dedizione a raffinati equilibri armonici di tono nonché dalla suonabilità, elementi attorno ai quali egli introduce spesso accenti di design più interessanti, che esplicitano l’originalità e la ricchezza di suono delle sue opere.
Grandi chitarristi come Mark Knopfler, Eric Clapton, Pat Metheny, Woody Mann, Mike Marshall e molti altri posseggono e suonano chitarre e mandolini Monteleone.
Alcuni dei suoi strumenti sono esposti al Metropolitan Museum di New York.
https://monteleone.net/

1° giorno – Venerdì 23, dalle 14.00 alle 17.00
assistenza di Massimo Gatti
CHITARRE ARCHTOP: PASSATO, PRESENTE E FUTURO
-Analizzeremo la provenienza delle chitarre archtop, da dove vengono e dove e come potrebbe evolversi.
Le influenze musicali hanno avuto effetti storici sullo sviluppo delle chitarre archtop, in tutte le loro sfaccettature
IL LIUTAIO INDOSSA MOLTI CAPPELLI
-La vita da liutaio indipendente ci fa essere individui autosufficienti nei nostri laboratori
TEMPO PER DOMANDE E RISPOSTE

2° giorno – Sabato 24, dalle 14.00 alle 17.00
assistenza di Massimo Gatti
LO STILE DI COSTRUZIONE DI JOHN MONTELEONE
-Le sfide della progettazione e costruzione di chitarre archtop.
Daremo un’occhiata ad alcuni degli ultimi progetti di chitarre Monteleone
TEMPO PER DOMANDE E RISPOSTE

Maestra Liutaia ROSALBA DE BONIS
Rosalba De Bonis costruisce chitarre da 25 anni seguendo e innovando il metodo che la sua famiglia ha utilizzato da secoli per costruire strumenti musicali a corde e in particolare chitarre, metodo che può essere paragonato a quello delle famosissime liuterie di Cremona dove nacque il violino.
I De Bonis sono arrivati a Bisignano (CS) intorno al 1700, sicuramente chiamati dalla corte dei Principi di Sanseverino, e divennero in questo periodo i liutai più importanti nella costruzione della chitarra.
Rosalba segue con passione lo zio il M° Vincenzo De Bonis nelle fasi costruttive presso il suo laboratorio e in seguito decide di conseguire gli studi alla scuola internazionale di liuteria “A. Stradivari” di Cremona. Contemporaneamente agli studi lavora presso una bottega del centro come allieva, tuttavia dopo aver terminato gli studi decide di rientrare nella bottega storica dove ebbe inizio la liuteria bisignanese, tramandata da padre in figlio.
Il mestiere di questi liutai si basa sulla fornace, Rosalba, come i suoi antenati, usa un metodo molto antico, cioè piega il legno con il calore, lentamente. Per realizzare la cassa della chitarra classica o meglio ancora della chitarra battente usa il fuoco che dal 1500 permette al maestro liutaio di essere libero di realizzare qualsiasi forma.
Oggi costruisce chitarre classiche e chitarre battenti di grande pregio, rinnovando la tradizione della battente, la vera chitarra italiana.

https://www.facebook.com/liuteriadebonis/

Domenica 25, dalle 14.00 alle 17.00
L’ANTICA COSTRUZIONE DELLA CHITARRA BATTENTE, TIPICO E UNICO STRUMENTO ITALIANO
-Breve cenno autobiografico sulla Famiglia De Bonis e la loro tradizione di liutai
-Il metodo costruttivo della chitarra battente attraverso i liutai De Bonis, costruttori della chitarra battente sin dalle sue origini a Bisignano nel 1700, tecnica rimasta invariata attraverso le mani di 30 liutai che si sono succeduti nella bottega di Bisignano.

Masterclass di perfezionamento per mandolino classico

sabato 24, domenica 25 settembre  2022

sala Masterclass 3 presso Uffici di Cremona Fiere

Docente:  Maestro CARLO AONZO (Ita)

Costo euro 80,00 iva compresa
SCARICA MODULO PER ISCRIZIONE

M° CARLO AONZO
Mandolinista italiano di fama internazionale è nato a Savona dove è cresciuto immerso nella musica; la sua stessa abitazione era sede della Scuola di Musica del Circolo Mandolinistico “G. Verdi”.
Dopo aver conseguito il diploma in mandolino col massimo dei voti e lode al Conservatorio di Padova nel 1993, ha collaborato con prestigiose istituzioni come l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano, il Maggio Musicale Fiorentino, la Nashville Chamber Orchestra (USA), la McGill Chamber Orchestra di Montreal (Canada), la Philarmonia di San Pietroburgo (Russia), i Solisti da Camera di Minsk (Bielorussia), il Schleswig-Holstein Musik Festival (Germania).
Tra i suoi riconoscimenti si annoverano il Primo Premio assoluto e premio speciale “Vivaldi” al Concorso Internazionale “Pitzianti” di Venezia nel 1993 e il Primo Premio al Walnut Valley National Mandolin Contest a Winfield, Kansas (USA) nel 1997.
Il profondo interesse in attività di promozione e sensibilizzazione focalizzato sul proprio strumento è testimoniato dalle sue innumerevoli collaborazioni con le orchestre mandolinistiche di tutto il mondo: New York, Seattle, Portland, Providence, Pittsburgh, Baltimora, Filadelfia, Denver, Milwaukee, Atlanta, Montreal, Milano, Genova, Lugano, Kochi, Nagoya, Osaka, Sendai, Wuppertal, Berlino, Londra, San Pietroburgo, Saigon.
È spesso invitato come direttore musicale e docente dalle più importanti istituzioni mandolinistiche internazionali quali CMSA (Classical Mandolin Society of America), FAME (Federation of Australasian Mandolin Ensemble), EGMA (European Guitar and Mandolin Association) e convocato nelle giurie di concorsi internazionali: Saigon Guitar Festival (Vietnam), Osaka International Mandolin Competition (Giappone), Yasuo-Kuwahara Competition Schweinfurt (Germania), Concorso Internazionale per Mandolino Solo di Modena.
Insegna in seminari e workshop in tutto il mondo: dal 2000 dirige il corso annuale “Manhattan Mandolin Workshop” a New York (dal 2017 a Milwaukee, Wisconsin) e nel 2006 ha fondato l’Accademia Internazionale Italiana di Mandolino di cui è tutt’ora il direttore, un ente in continua espansione con nuove attività. Dal 2020 è docente presso il Conservatorio di Musica “G. Frescobaldi” di Ferrara.

www.accademiamandolino.com
www.carloaonzo.com

Materiale didattico: Tutto il materiale necessario verrà fornito in anticipo in formato digitale.

Sabato 24, dalle 10.00 alle 12.00
CONCERTI SOLISTICI BAROCCHI: TECNICA
-Aspetti generali e collocazione storica
-Soluzioni tecniche per affrontare i passaggi specifici dei brani affrontati
-Prassi dell’epoca: analisi e applicazioni
-Cosa rende un’esecuzione interessante? Approfondimento sull’interpretazione e il fraseggio

Domenica 25, dalle 10.00 alle 12.00
CONCERTI SOLISTICI BAROCCHI: IMPROVVISAZIONE
-Abbellimenti: tecniche e loro utilizzo. Preparazione ai trilli, ai mordenti, al tremolo, ai ritardi, alle appoggiature.
-Diminuzioni: tecniche di improvvisazione. Variazioni melodiche ed armoniche
-Apprendimento delle scale appropriate e loro utilizzo

Entrambe le lezioni si baseranno su i seguenti brani:
-Concerto in La maggiore di Carlo Cecere
-Concerto in Sib maggiore di Giuseppe Giuliano
-Concerto in do maggiore di Antonio Vivaldi

BUON LAVORO!