4° Edizione – Settembre 2019

PRESENTAZIONE

logo_acoustic guitar village_pACOUSTIC GUITAR VILLAGE

all’interno di Cremona Musica International Exhibitions and Festival – CREMONA FIERE

27-28-29 SETTEMBRE 2019

A Cremona, nel complesso fieristico ed in contemporanea a Cremona Mondomusica, Piano Experience, Cremona Winds e Accordion Show, dal 27 al 29 settembre 2019 l’ACOUSTIC GUITAR VILLAGE presenterà la grande area espositiva di chitarre acustiche, classiche e moderne, con la presenza di altri strumenti a corde, a plettro e a pizzico, accessori vari e un ricco calendario di concerti ed eventi. Cremona Musica International Exhibitions è la manifestazione numero uno al mondo per gli strumenti musicali di alto artigianato ed è il più efficace marketplace mondiale per la liuteria contemporanea: un luogo in cui la cultura artistica e musicale trova un palcoscenico ideale per esprimersi.
La chitarra avrà quindi la stessa e ancora più ampia area espositiva dedicata, di grande importanza vista l’ubicazione altamente visibile all’ingresso del padiglione 1 di Cremona Musica; un village con presenze nazionali ed internazionali di liutai, piccole e grandi aziende costruttrici e distributrici dei marchi più prestigiosi, accessori ed editoria. Parteciperanno associazioni chitarristiche, associazioni e consorzi di liutai, istituti e scuole di formazione.
La nostra Associazione, con la direzione di Alessio Ambrosi, curerà la direzione artistica ed organizzativa, garantendo come sempre la massima serietà e competenza.
Riproponendo il format del successo negli anni a Sarzana sono previsti numerosi concerti ed eventi, in via di programmazione sui vari palchi e aree predisposte, che prevederanno:

ESPOSIZIONE DI LIUTERIA, IMPORT, EDITORIA E ACCESSORI PER CHITARRA ACUSTICA, CLASSICA E MODERNA, E ALTRI STRUMENTI A CORDA con la presenza di liutai ed aziende internazionali

masterclass di liuteria e masterclass di didattica per chitarra

mostre storiche di chitarre e altri strumenti a corda

concorso “New Sounds of Acoustic Music” per chitarristi acustici solisti, cantautori-chitarristi e band acustiche emergenti

7a edizione dell’ “Italian Bluegrass Meeting”, coordinamento a cura di Danilo Cartia

– “Bob Brozman Memorial Slide Contest”, masterclass di chitarra slide, performance e concorso per chitarristi slide e di world music, coordinamento a cura di Marco Manusso

3a edizione di “Corde & Voci d’Autore”,
all’interno “Woodstock 50th Celebration”, coordinamento a cura di Andrea Tarquini e Francesco Lucarelli

concerti con artisti internazionaliconferenze, workshop, meetingdemo e showcase

CREMONA MUSICA DOWNTOWN
Concerti e performance nel centro storico di Cremona con artisti e gruppi musicali attori dell’Acoustic Guitar Village – sabato 28 e domenica 29 settembre durante il giorno

Il programma completo è pubblicato su www.acousticguitarvillage.net/cremona-2019/programma/ e su www.cremonamondomusica.it/acoustic-guitar-village/

Saremo molto felici di avervi come espositori e attori all’interno dell’evento! Le tipologie di spazi espositivi nell’Acoustic Guitar Village di Cremona saranno di tre tipi: area libera, a disposizione per la creazione di uno stand/spazio espositivo a vostro piacimento; stand classico di 12mq; tavolo espositivo nell’area denominata “Vicolo dei Liutai” (visita la pagina dedicata).

Già sono giunte le adesioni di molti liutai e delle più prestigiose aziende chitarristiche internazionali che proporranno tutte le nuove creazioni artiginali e novità. Chi è interessato a partecipare come espositore, a proporre iniziative o a ricevere informazioni in merito è pregato di contattarci via e-mail a info@armadilloclub.org o telefonicamente allo 0187 626993.

Grazie ai tanti partner e sponsor che rendono tutto ciò possibile e buon viaggio a tutti coloro che verranno a Cremona il 27, 28, 29 settembre 2019!

Sound & accessories by Acus-Sound Engineering – Bespeco – Partners: Città di Cremona, “Cremona Musica”, Dismamusica, Fingerpicking.net, MEI Meeting Etichette Indipendenti, Roma Expo Guitars, Woodstock Invitational Luthiers Showcase, Holy Grail Guitar Show, Osaka SoundMesse, Vancouver International Guitar Festival, Guitares Au Beffroi – Riviste: “DismamusicaMagazine”,  “Chitarra Acustica”, “Guitar Club”, “Suonare News”, “Seicorde”,  “Pagine Musica”, “Big Box”, Guitar Fair Magazine (Spain) Media partner: Fingerpicking.net, MEI

I biglietti di ingresso in fiera a costo ridotto sono acquistabili online al link:
http://www.cremonamusica.com/ticket

Per accomodazioni durante il soggiorno a Cremona visitare
http://www.acousticguitarvillage.net/cremona-2019/accommodation-hotels/

Per il CATALOGO ACOUSTIC GUITAR VILLAGE In occasione dell’AGV viene stampato ogni anno dalla redazione di Dismamusica Magazine una pubblicazione dedicata al mondo della chitarra e del basso acustici. E’ il catalogo ufficiale della manifestazione, con annessi piantina degli stand ed elenco degli espositori,  e viene distribuito agli ingressi della Fiera con il prezioso follow-up della diffusione postale alla mailing list di Dismamusica Magazine. Si superano le 12.000 copie di tiratura.

Chi è interessato a spazi pubblicitari e redazionali  è pregato di contattare il Sig. Gianni Cameroni alla S & G Partners. Tel. 0362 583672  gianni.cameroni@sgstudio.it

PROGRAMMA

ACOUSTIC GUITAR VILLAGE

27-28-29 settembre 2019 all’interno di Cremona Musica International Exhibitions and Festival – Fiera di Cremona-Italy
(venerdì 27 e sabato 28, ingresso ore 10-19 – domenica 29, ingresso ore 10-18)

 

Venerdì 27 – Sabato 28 – Domenica 29, nelle sale Masterclass:

Masterclass di liuteria per chitarra acustica, docenti : M° Ken Parker (Usa),  M° Michael Greenfield (Canada),  M° Dana Bourgeois (Usa)

 

 

 

 

 

– Masterclass di didattica per chitarra acustica, docenti: M° Micki Piperno (Ita), M° Pierre Bensusan (Francia)

 

 

 

 



info e iscrizioni alle masterclass: info@armadilloclub.org  –  tel. +39 0187 626993 – +39 0372 598011
moduli iscrizione alla pagina dedicata

Giovedì 26 settembre il M° Micki Piperno si esibirà in concerto con la sua ensemble “Endless Horizon” alla Biblioteca di Cremona in collaborazione con Cremona Musica-Acoustic Guitar Village
www.bibliocremona.it   sezione eventi

 

Venerdì 27 – Sabato 28 – Domenica 29, dalle 10 alle 19 (domenica alle 18)  area ACOUSTIC GUITAR VILLAGE :

– ESPOSIZIONE DI LIUTERIA, IMPORT, EDITORIA E ACCESSORI PER CHITARRA ACUSTICA, CLASSICA E MODERNA, E ALTRI STRUMENTI A CORDA con la presenza di  liutai ed aziende internazionali

– MOSTRE STORICHE:

“Scivolando sulle corde” dai modelli hawaiiani a quelli resofonici, dalle Lap Steel alle Pedal Steel. Gli strumenti musicali nella tecnica “Slide”, a cura del M° Liutaio Leonardo Petrucci

 

 

 

 

 

 “Le Chitarre nei secoli” esposizione di strumenti storici a cura del M° Francesco Taranto e del M° Lorenzo Frignani. In mostra strumenti dei liutai Antonio Guadagnini, Carlo Guadagnini, Gaetano Guadagnini, Francesco Guadagnini, Luigi Mozzani, Mario Maccaferri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Music is our life” esposizione di strumenti etnici dal mondo, collezione del M° Bruno Brunetti
In mostra strumenti cordofoni etnici a manico, sia a pizzico che ad arco

 

 

 

 

 

 

-EVENTI SPECIALI:

– “L’influenza della liuteria spagnola storica nella chitarra contemporanea: la tradizione flamenca”
” La chitarra flamenca storica a Madrid e la figura di Santos Hernandez, Guitarrero en Madrid”
a cura di Marco Ramelli, Gabriele Lodi, Festival Corde d’Autunno, Acoustic Guitar Village, Cremona Musica
In collaborazione con l’Ing. Massimo Raccosta -Raccosta Collection– sarà allestita una esposizione in omaggio alla liuteria storica madrilena che sulla base primaria ispirata al progetto Torres sviluppa un modello innovativo di grande impatto sonoro e di marcata espressività.
Ospite dell’evento il noto maestro della chitarra flamenca Paco Peña ,
che verrà premiato con il Cremona Music Award e si esibirà in concerto presso l’auditorium “Le Stanze per la Musica” nel Museo Civico ”Ala Ponzone”.
” A night in the museum with Paco Peña” prevederà una prima parte di conferenza sulle origini delle performance di flamenco su chitarra solista e una seconda parte con il concerto del grande maestro spagnolo.

Tutto il programma della serata nel museo su http://cordedautunno.centroasteria.it/

 

 

 

 

– 2° Convegno “La Chitarra in Italia tra Ottocento e Novecento” contestualizzazione storica dello strumento italiano nello sviluppo europeo, “Mozzani e Maccaferri, ovvero creatività e genio degli artisti italiani della chitarra!”, ideatori e coordinatori Lorenzo Frignani e Francesco Taranto
Relatori: Lorenzo Frignani, Francesco Taranto, Mario Grimaldi, Marco Bazzotti, Giacomo Parimbelli, Massimo Agostinelli, Claudio Ricca
Interventi di: Aldo Vianello, Roberto Fabbri, Cesare Gualazzini, Franco Merlo, Armando Marcucci
Presentazione delle opere di: Emilia Giuliani, Luigi Moretti, Luigi Rinaldo Legnani, Giovan Battista Noceti, Frate Cassio da Velletri, Giorgio Pezzoli, Benvenuto Terzi, Francesco Forneris, a cura di Francesco Taranto, Marco Vinicio Bazzotti e Giacomo Parimbelli

Nel corso delle tre giornate dell’AGV si terrà un incontro/conferenza riservato a costruttori-liutai aderenti all’Associazione ALI. L’incontro avrà luogo in una sala riservata della Fiera di Cremona e avrà come titolo: “I costruttori di strumenti a pizzico professionisti: meeting di aggiornamento, programmazione e news”
(in collaborazione con ALI e AGV) 

 

“Scivolando sulle corde” conferenza a cura del M° Flavio Pasquetto e del Liutaio Leonardo Petrucci

 

 

 

 

“Slide-a-go-go”, seminario sulla chitarra slide a cura del M° Marco Manusso

 

 

 

 

La settima corda, realtà parallela oltre i suoni” seminario/conferenza a cura del M° Marcos Vinicius

 

 

 

 

Tutti i dettagli e programmi degli eventi speciali sono pubblicati su questa pagina

 

– PROGRAMMA EVENTI SUI PALCHI DELL’AGV:

Venerdì 27 settembre 

DEMO STAGE 1
dalle 10 alle 19:
demo-showcase a disposizione espositori. Performance di Giuseppe Tropeano, Alberto Turchetto, Giada Masoni, Filippo Bertipaglia, Alberto Caltanella, Massimiliano Cona 

LIVE STAGE 2
dalle 10 alle 19:
concorso “NEW SOUNDS OF ACOUSTIC MUSIC” contest per chitarristi acustici solisti, cantautori-chitarristi, ensemble/band acustiche emergenti.
Partecipano:
Marco De Annuntiis, Marta De Lluvia, Valerio Billeri, Miriam Foresti, Gianmaria Simon, Cristiana Verardo (sezione concorso Corde & Voci d’Autore)
Giuria composta da: Matteo Bergamini (Taylor Guitars), Andrea Carpi (giornalista Chitarra Acustica), Fabrizio Chiapello (Transeuropa Recording Studio), Ezio Poli-Maria Grazia Nespolo (L’Isola Ritrovata), Renzo Chiesa (fotografo musicale), Martina Gozzini (Miniera Acustica), Guido Giazzi (giornalista Buscadero), Gianni Zuretti (giornalista Mescalina), Francesco Paracchini (giornalista L’Isola che non c’era), Daniele Lucca (organizzatore musicale DTL Art Consulting)

esibizione di Davide Andreozzi (vincitore concorso 2018)

Giuseppe Sessa, Gabriele Dusi, Gianluigi Secchi, “Rednaks” Antonino Salamone (sezione concorso chitarristi solisti)
“Mattia Bonetti e i Suonatori in Libertà” (sezione concorso band acustiche)
Giuria composta da: Andrea Carpi (giornalista), Reno Brandoni (Fingerpicking.net), Marino Vignali (ADGPA), Letizia Canale (Acus-Sound), Sara Kismet Del Bubba (Armadillo Club), Micki Piperno (Masterclass AGV-Accademia Acustica), Dana Bourgeois (Bourgeois Guitars)

I premi sono messi a disposizione dalle aziende Taylor Guitars, Transeuropa Recording Studio di Torino (sezione cantautori), Acus-Sound Engineering (sezione chitarristi solisti), Ri-Belle Accessories, accessori vari (sezione band acustiche)

CLASSIC  STAGE 3
dalle 10 alle 19:
concerti, showcase a disposizione dei maestri liutai

 

Sabato 28 settembre

DEMO STAGE 1
dalle 10 alle 19:
demo-showcase a disposizione espositori. Performance di Massimo Zemolin, Andrea Tarquini, Massimiliano Cona, Danilo Cartia & Jacek Loroch, Gianluca Campi-Franco Casabianca, Mario Vorraro, Alessandro Formenti, Jackie Perkins, Alessandra Machella, Roberto Dalla Vecchia, Pietro Nobile, Roberto Bettelli

ore 12: performance di Pierre Bensusan

 

 

 

 

LIVE STAGE 2
dalle 10 alle 19:

7° ITALIAN BLUEGRASS MEETING
concerti, showcase, incontri, workshop di musicisti appassionati  del genere Bluegrass Music

Performance di:Danilo Cartia Band:Danilo Cartia, Jacek Loroch, Manlio Torroni, Bruno Bonarrigo, Valerio Conti
Outcast trio: Dario Lantero, Dino Di Giacomo, Samuel Domeneghini
Once in a while: Marco Pandolfi, Giovanni Stefanini, Dino Di Giacomo, Francesca Alinovi, Paolo Pianezza
Country Chickens: Eugenio Poppi, Massimo Cavazzuti, Carlo Bergamini, Stefano Tassi, Paolo Cattani, Andrea Cesone
Bluegrass Truckers: Pino Siviero, Elio Arlandi, Antonio Esposito
San Brulli Stringband: Samuel Flora, Andrea Laudicina, Riccardo Biondi, Luca Minzon, Federico Pavan
Best Before War: Giorgio Alfano, Matteo Bertaggia, Lucio Stefani, Francesca Alinovi, Marco Mengoni
Spaghetti Grass: Fabio Ragghianti, Livio Guardi, Manolo Cacciatori, Mauro Puliti
The Folding Chairs: Ettore Cardamellis, Maura Tomei, Emilio Tosi, Mirko Cristanelli, Giacomo Lecchi
The Amerique: Giada Masoni, Flavio Benucci
Strings O’Garden: Elisa Boccacci, Filippo Veggetti, Marco Mengoni, Alex Wailin, Chiara Brighenti
Pino e gli Erranti: Pino Campanelli, Sergio Minelli, Stefano Giustinelli, Roberta Bazzani, Gualtiero Stolfini
The Troubadours: Fabio Peretti, Alessandro Perrone
Dalmasso Duo: Marc Dalmasso, Remi Dalmasso
Andrea Vitiello Band: Andrea Vitiello, Pino Ninni, Eda Elher
Lookin’ for Susan: Massimo Negri, Claudio Maderna, Alessandro Cederle, Nirvano Barbon
Florence New Grass: Franco Befani, Alessandro Innocenti, Domenico Rossi, Andrea Cennini
Special guests: Paul Stowe & Trevor Morriss (Usa-Uk)

coordinamento a cura di Danilo Cartia 
partners:  Martin Guitars – Deering Banjo Company

CLASSIC  STAGE 3
dalle 10 alle 19:
concerti, showcase a disposizione dei maestri liutai

– Convegno “La Chitarra in Italia tra Ottocento e Novecento” a cura dei Maestri Lorenzo Frignani e Francesco Taranto

 

 

 

 

Showcase del M° Roberto Fabbri con chitarre Ramirez

 

 

 

 

 

Domenica 29 settembre

DEMO STAGE 1
dalle 10 alle 18:
demo-showcase a disposizione espositori. Performance di Enrico Santacatterina, Gabriele Cento, Alessandro Formenti, Jeff Pevar, Nicola Oliva & Claudia D’Ulisse, Crossover Guitar Orchestra, Massimo Varini, Roberto Fabbri, Alberto Lombardi, Roberto Bettelli, Nico Di Battista – Premiazione e consegna diplomi partecipanti alla Masterclass di didattica per chitarra acustica

LIVE STAGE 2
dalle 10 alle 13:

“BOB BROZMAN MEMORIAL SLIDE CONTEST”
rassegna di chitarristi slide in solo e in ensemble
performance di: PAUL STOWE (Usa), STEFANO BERSAN, MARCO MANUSSO, THE HAWAIIAN WIKIKILEAKS DUO (Flavio Pasquetto, steel guitar & Filippo Delogu, guitar)
special guest: Haley Sage Brozman  
coordinamento a cura di Marco Manusso 

 

LIVE STAGE 2
dalle 13 alle 16:

“CORDE & VOCI D’AUTORE” in memoria di Stefano Rosso
rassegna di cantautori-chitarristi  in solo e in ensemble

performance di: LINO STRAULINO in TRIO “VILLANDORME” (Lino Straulino, chitarra e voce – Alessia Valle, voce – Alvise Nodale, chitarra), GIUDITTA SCORCELLETTI DUO, DAVIDE VAN DE SFROOS DUO (Davide Van De Sfroos, chitarra e voce – Fabio Lossani, chitarra, banjo, varie), ANDREA TARQUINI

coordinamento a cura di Andrea Tarquini 
partner Taylor Guitars

 

dalle 16 alle 18:

“WOODSTOCK 50th CELEBRATION”
performance per celebrare il 50° anniversario del festival di Woodstock del 1969

performance di: JACKIE PERKINS (Usa), JEFF PEVAR & INGER NOVA JORGENSEN (Usa), FRANCESCO LUCARELLI & STEFANO FROLLANO

coordinamento a cura di Francesco Lucarelli 
partner Martin Guitars

 

 

 

CLASSIC  STAGE 3
dalle 10 alle 18:
concerti, showcase a disposizione dei maestri liutai

Perfomance del M° Giacomo Palazzesi: “Bottom’s Dream” – La musica di Henze e Bach eseguita su chitarra storica Manuel Ramirez del 1906.

Bottom’s Dream è il titolo del secondo movimento della sonata di Henze che verrà eseguita e che è quindi ispirata ai personaggi shakesperiani. Rende abbastanza sia l’aspetto onirico chitarristico, sia il giocare ai confini tra eseguibilità e non, della musica scritta da questi due compositori (una musica che, infatti, può solo costantemente tendere a, invece che risolversi definitivamente), sia la forte componente stilistica di Manuel Ramirez.
Programma: Johann Sebastian Bach: Suite BWV 996 (Praleudio-Presto, Allemande, Courante, Sarabande, Bourrée, Gigue) – Hans Werner Henze: Royal Winter Music, Second Sonata on Shakespearean Characters (Sir Andrew Aguecheek, Bottom’s Dream, Mad Lady Macbeth)

 

PER SCHEDE, FOTO, BIO DEGLI ARTISTI VISITARE LA PAGINA ARTISTI


I biglietti
di ingresso in fiera a costo ridotto sono acquistabili online al link:
http://www.cremonamusica.com/ticket

Per accomodazioni durante il soggiorno a Cremona visitare
http://www.acousticguitarvillage.net/cremona-2019/accommodation-hotels/

Partners: Acus-sound Engineering, Bespeco, Fingerpicking.net, Roma Expo Guitars, MEI-Meeting Etichette Indipendenti.

CREMONA MUSICA DOWNTOWN

Concerti e performance nel centro storico di Cremona con artisti e gruppi musicali attori dell’Acoustic Guitar Village
sabato 28 e domenica 29 settembre durante il giorno

 

 

ARTISTI

Questo l’elenco e le note di alcuni dei musicisti che parteciperanno all’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica 2019. Per i dettagli sulle loro performance ed interventi e l’elenco completo dei partecipanti, visitare la pagina del programma della manifestazione
http://www.acousticguitarvillage.net/cremona-2019/programma/

 

PIERRE BENSUSAN (Francia)
Nato ad Orano in Algeria, Pierre Bensusan è un autodidatta che ha saputo percorrere una carriera internazionale vincendo anche un Grand prix du disque a Montreux. Pierre ha uno stile personale improntato a diverse correnti, influenzato nei primi passi dalla fioritura del folk revival in Inghilterra, Francia e America del Nord, per poi esplorare il proprio particolare retaggio musicale e muoversi verso ulteriori orizzonti. Nel 2008 è stato votato miglior chitarrista World Music dai lettori di Guitar Player e ha al suo attivo molti dischi con la CBS. Autore di molte pubblicazioni didattiche è considerato un maestro della chitarra fingerstyle, inventore e maggior esponente della tecnica in accordatura DADGAD. E’ autore del libro “Livre de guitare”.
https://pierrebensusan.com/

 

PACO PEÑA
Paco ha iniziato lo studio della chitarra con suo fratello all’età di sei anni ed ad esibirsi da professionista appena sei anni dopo. Incoraggiato dalla sua famiglia, ha iniziato a suonare in giro per tutta la Spagna sponsorizzato da un programma governativo tendente a preservare e diffondere la musica popolare e la danza flamenca. Ciò gli valse la scrittura da parte di rinomate compagnie di flamenco di Madrid e della Costa Brava, dove Peña si esibiva come acclamato chitarrista di flamenco. Tuttavia, insoddisfatto della vita sulla costa e alla ricerca di una nuova sfida, si è trasferito a Londra nei tardi anni 1960 come solista di chitarra. Inizialmente attrazione nel ristorante Antonio al Covent Garden, Peña ha generato così tanto interesse tra un pubblico britannico precedentemente iniziato al flamenco, che ben presto si è trovato a condividere concerti con artisti come Jimi Hendrix, e ha fatto il suo debutto solista alla Wigmore Hall nel 1967. Da quel momento ha avuto l’opportunità di girare il mondo, sia come solista che accompagnatore con esibizioni alla Carnegie Hall a New York City, alla Royal Albert Hall a Londra e al Concertgebouw di Amsterdam. In seguito ha fondato la prima cattedra per l’insegnamento della chitarra flamenca presso il conservatorio di musica di Rotterdam.
A seguire ha fondato il Centro Flamenco Paco Peña a Cordoba, e il celebre Córdoba Guitar Festival, che nel corso degli anni ha visto esibirsi altri grandi chitarristi di flamenco come Manolo Sanlúcar e Paco de Lucía. Nel 1997 Peña è stato insignito dell’onorificenza di Oficial de la Cruz de la Orden del Mérito Civil da re Juan Carlos di Spagna.
Fra le sue composizioni più note si ricorda Misa Flamenca, una messa in flamenco, e Requiem for the Earth, entrambe acclamate dalla critica.
Nel corso della sua lunga carriera ha collaborato anche con Eduardo Falú ed il gruppo cileno degli Inti-Illimani e con con John Williams.

 

JEFF PEVAR & INGER NOVA JORGENSEN (Usa)
The 15-year original music duet of Inger Nova Jorgensen & Jeff Pevar has toured nationally and internationally including Stati Uniti e Europa.
They are currently finishing a record of their original music that they are intending to finish by the end of the year.
This duet has spurred several musical projects, including “Lovebite” & “Zepdrix”, as well as many musical collaborations over the years with artists from all over the world.
Jeff Pevar, unanimente conosciuto come uno dei migliori chitarristi sideman del panorama internazionale, ha avuto la sua consacrazione con il trio CPR, a fianco di David Crosby e James Raymond.

 

DAVIDE VAN DE SFROOS & FABIO LOSSANI
Davide Van De Sfroos è il nome d’arte di Davide Bernasconi, musicista lombardo noto per le sue canzoni in dialetto “tremezzino” – detto anche laghée – diffuso sulle sponde del Lago di Como.
“Van de sfroos” significa letteralmente “vanno di frodo” (contrabbando).Moltissimi testi delle sue canzoni fanno capo al lago e al suo spirito, raccontando la vita di tutti i paesi rivieraschi, senza mai però perdere d’occhio la grande città.
Dopo numerosi lavori discografici e letterari, Davide è oggi uno dei migliori cantautori italiani, con la “mission” di tenere viva l’espressione italiana dialettale.
E’ accompagnato all’AGV di Cremona dal polistrumentista FABIO LOSSANI, che lo affiancherà alla chitarra e al banjo.

 

GIUDITTA SCORCELLETTI
Cantante folk e autrice, dal 2004 al 2010 ha prodotto numerosi dischi di canti popolari toscani con il chitarrista Alessandro Bongi, tra cui “Coscine di pollo” (Radicimusic). Nel 2012 ha prodotto “Astronave terra”, spettacolo su Gianni Rodari per il quale ha composto le musiche. Nel 2013 con il produttore e autore Michael Hoppé e con Alessandro Bongi ha inciso “Nightingale”, 2015 (Grammy Awards, categoria Folk) ora distribuito da True North. Nell’ottobre 2017 ha vinto il premio per la migliore interpretazione al concorso Andrea Parodi. Nello stesso anno ha inciso l’album/tributo “A Violeta” dedicato a Violeta Parra, in coppia con il chitarrista/cantante Maurizio Geri. Al momento è impegnata in un nuovo importante progetto sui canti popolari toscani.

 

 

LINO STRAULINO TRIO “Villandorme”
(Lino Straulino, chitarra e voce – Alessia Valle, voce – Alvise Nodale, chitarra)

Villandorme è un trio friulano nato nel gennaio del 2019 da un’idea di Lino Straulino assieme ad Alessia Valle e Alvise Nodale che propone canti popolari italiani rivisitati in chiave folk-rock seguendo le orme di band come Pentangle, Steeleye Span e Malicorne.  Melodie sognanti ed ipnotiche che mirano a portare l’ascoltatore verso dimensioni senza tempo, in cui pian piano si fa strada la magia della musica che accomuna l’uomo del 1400 a quello del ventunesimo secolo.
Lino Straulino è un musicista italiano di lingua friulana. Originario della Carnia, è inoltre cantautore, compositore, chitarrista e polistrumentista. Musicista folk, Lino è stato fin dall’inizio degli anni novanta uno dei maggiori esponenti della Gnove Musiche Furlane (Nuova Musica Friulana), una corrente musicale sviluppatasi in quel periodo in Friuli e caratterizzata dall’utilizzo del Friulano come veicolo di espressione in un contesto nuovo, in cui la lingua viene sperimentata su generi musicali diversi e non indigeni, quali il folk blues, il neo-folk, la pachanga, il rap, l’hip-hop, il metal, il punk rock ed altri generi commerciali.

 

MICKI PIPERNO
Michelangelo “Micki” Piperno è un docente e concertista di chitarra acustica di fama internazionale, un compositore di musica contemporanea che con la sua chitarra acustica, propone uno spettacolo dove le sonorità della tradizione chitarristica americana si mischiano con echi di chitarra classica e mediterranea al servizio della canzone e della melodia, che lui stesso reputa essenziali per comunicare il mondo della chitarra Acustica.

 

 

 

 

ROBERTO FABBRI
Concertista, compositore, autore e didatta, ha compiuto, con il massimo dei voti e la lode, gli studi chitarristici presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma. Riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori esponenti della chitarra classica contemporanea, Fabbri alla carriera concertistica ha da sempre affiancato una notevole attività editoriale.
Le sue oltre 30 pubblicazioni per chitarra sono tradotte in cinque lingue, compreso il cinese, e distribuite in tutto il mondo. Tiene regolarmente concerti e masterclasses, insieme a prestigiosi nomi del panorama chitarristico internazionale, nei più importanti festival e nelle più note sale concertistiche d’Europa, Stati Uniti, Sud America, Russia ed Asia.
È testimonial ufficiale della prestigiosa liuteria Ramirez.
Roberto Fabbri è anche il direIore artistico dell’Accademia “Novamusica & Arte” di Roma da lui fondata nel 1986, nonché del “Festival Internazionale della Chitarra Città di Fiuggi”. Insegna chitarra classica presso il Conservatorio di musica “L. Refice” di Frosinone e “Giulio Briccialdi” di Terni.

 

GIACOMO PALAZZESI
E’ stato allievo di Pietro Antinori, OdairAssad, Angelo Gilardino. Ha studiato inoltre con Luigi Attademo e CarlesTrepat.
Suona regolarmente in Italia e all’estero per enti quali Casa da Guitarra di Porto, AltreCorde di Napoli, Conservatoire Royal de Mons, Camerino Festival, ChitarraIn, Fondazione Peccioliper, Cantar Lontano, Zona Livre AC di Vila Real, Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro, Carpi Guitar International, Lira Orfeo Miguel Llobet, AndesGuitar Festival, Radio Nacional Córdoba, Trame Sonore, ecc.
Sempre dal vivo registra musiche di Froberger, Scarlatti e Llobet per la trasmissione Diapason di Radio Vaticana.
Del 2016 è il suo esordio discografico “Catalunya” pubblicato dall’etichetta discografica GuitArt. Il lavoro è dedicato alla musica originale per chitarra di JaumePahissa, GasparCassadó, Miguel Llobet e Manuel De Falla, ed è registrato con una chitarra del 1925 del liutaio Antonio Emilio PascualViudes, incordata in budello. Al disco è dedicata una puntata monografica della trasmissione “Ritratti” di Radio Classica, ideata e condotta da Luca Ciammarughi.
Nel 2017 è con CarlesTrepat per i concerti dedicati al bicentenario della nascita di Antonio De Torres, e collabora con Marco Tullio Giordana per la colonna sonora del film “Due soldati”, incidendo un proprio arrangiamento da Bach per i titoli finali del film.
Nel 2018 pubblica per l’etichetta Continuo Records, “Bach &Tárrega: Preludes and Dances”, con musica di Johann Sebastian Bach e Francisco Tárrega.
L’ultima incisione, del 2019 è Time Regained: Early Works for Solo Guitar, disco monografico su Mario Castelnuovo-Tedesco, pubblicato per la giapponese Da Vinci Classics
È ideatore e direttore artistico della rassegna di concerti “strumenti umani”.

                                                              

PAUL STOWE & TREVOR MORRISS (Usa-UK)
Paul Stowe (USA) – chitarra acustica e resophonic, armonica a bocca, voce
Trevor Morriss (GB) – mandolino, mandola, chitarra, bouzouki irlandese, voce

Sono nati come duo nel 1986 e da allora vanno avanti ad una media di oltre cento concerti all’anno, portando nelle situazioni più varie, dai pubs ai grandi festival, un repertorio che spazia fra le forme acustiche della musica celtica. Neo-folk irlandese ed inglese si fondono con folk tradizionale in cui anche gli impasti vocali rendono il suono complessivo pieno, rotondo. Non manca il lato spettacolare delle esibizioni dal vivo, dove il virtuosismo dei musicisti (capaci docenti dei propri strumenti) viene evidenziato, ma in un’atmosfera decisamente rilassata, in un dialogo divertito e divertente con il pubblico, si tratti di 30 o 3000 persone.

 

MARCOS VINICIUS (Brazil)
Artista di fama internazionale, considerato con il suo virtuosismo alato fra i massimi chitarristi del nostro tempo e fra i più carismatici didatti, inizia la sua carriera concertistica all’età di quattordici anni vincendo il prestigioso Concorso Internazionale Villa Lobos. Fonda e dirige “Violao America” (prima rivista di chitarra in Brasile) e il gruppo Belo Horizonte Guitar Ensemble.A oggi una inarrestabile ascesa ha portato la sua Arte in ogni angolo del pianeta, come solista e con le maggiori orchestre, davanti ai pubblici più disparati, dalle grandi Sale da concerto alla Sede Centrale dell’ONU, dai siti di guerra ai luoghi sacri. Registrando spesso il sold-out. Il suo ruolo di Testimonial ONU-FAO per la Giornata Mondiale dell’Alimentazione ha affiancato, con passione e impegno crescenti, la sua figura di docente amato a livello internazionale, seguito da studenti provenienti da tutti i Paesi. E’ consulente artistico della Xi’an Baroque Music School, la più prestigiosa Accademia barocca asiatica e docente di corsi in varie Accademie italiane e straniere, fra le quali la “Praeneste” di Roma. E’ stato insignito, fra i molti riconoscimenti, del Dono dell’Umanità, del Premio Padre Pio, del Premio REA-Sanremo, della cittadinanza onoraria di Congonhas ( sito Patrimonio dell’Unesco) per alti meriti culturali e artistici. Fiore all’occhiello del Brasile colto nel mondo, ha rappresentato il suo Paese a Milano Expo 2015. E’ Presidente dell’Accademia di Chitarra Classica di Milano e tiene spesso, oltre a master class e convegni, anche seminari motivazionali di coaching attraverso la Musica. Negli ultimi anni (insieme a innumerevoli trascrizioni, trattati tecnici e alla composizione per chitarra e ogni organico strumentale – Ed. Carrara) si sta dedicando sempre di più a quella corale, in particolare sacra; con l’opera didattica pubblicata dalle maggiori case editrici in tutto il mondo. I suoi CD (in particolare Viola Violar interamente dedicato al Brasile) hanno volato, per molti anni, a bordo di Air One e Alitalia. La sua “Ave Maria” è stata Special Guest durante la Edizione 2017 del FIC-Festival Internazionale di Cori in Brasile, cantata da ensemble provenienti da diversi Paesi. Ha firmato la colonna sonora del docufilm “L’Oro dei Cinquanta” sul Cinquantenario della Vittoria mondiale di Nino Benvenuti al Madison Square Garden di NY, in una Cerimonia con il Patrocinio dell’Ambasciata Americana.
www.marcosvinicius.it YoutubeChannel – The Garden of Music
“La Musica accade quando lo strumento e l’interprete scompaiono. (Marcos Vinicius)”

Marcos Curerà un importante seminario dal titolo “La settima corda, realtà parallela oltre i suoni”

 

MASSIMO VARINI
Difficile condensare le sue esperienze: da Artista, Autore, Arrangiatore e Produttore Artistico, Session Man e Didatta.
Dal 1991 ad oggi ha firmato le chitarre acustiche ed elettriche nei dischi di Artisti del calibro di Andrea Bocelli, Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Biagio Antonacci, Nek, Vasco Rossi, Renato Zero, Celentano, Mina, Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Gianni Morandi, Francesco Renga, Ornella Vanoni… e solo per citarne alcuni! Ha suonato anche negli album di Laura Pausini premiati con i Latin Grammy Award.
Dedicatosi alla chitarra acustica con grande passione e successo, ha al suo attivo e dischi acustici: MY SIDES (2009), ANACRUSIS (2011), URBAN GUITAR (2012), RELAX AND SLEEP AT 432 Hz (2014), ROMANTICAMENTE (2016).
Massimo, come Martin Ambassador, non solo si esibirà sui palchi esterni ai padiglioni, ma sarà l’animatore con molte performance e presentazioni dello stand Martin Guitars, che ha in calendario moltissimi eventi.

 

THE HAWAIIAN WAIKIKILEAKS DUO
Flavio Pasquetto – steel guitar e Filippo Delogu – guitar
I WaikikiLeaks sono un gruppo unico nel panorama italiano, che ripropone il sound della musica hawaiana e americana degli anni ’30, ’40 e ’50. Flavio Pasquetto è uno dei pochi suonatori di steel guitar in Italia, strumento che ha introdotto con successo e
originalità all’interno del Jazz e dello Swing tradizionale. Il duo approfondisce il repertorio Western Swing, Country e quello hawaiiano, repertorio in cui la Steel guitar è lo strumento principale.

 

MARCO MANUSSO
Genovese, romano d’adozione, musicista, giornalista, chitarrista, cantante e arrangiatore ha collaborato con:
Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Ron, Mimmo Locasciulli, Gianni Morandi, Patty Pravo, Shel Shapiro, Renato Zero, Mariella Nava, Renzo Arbore, Alex Britti, Francesco Renga, Ray Charles, Bob Brozman e Tommy Emmanuel.
Da più di vent’anni scrive di musica per varie riviste musicali come Fare Musica, Suono, Audio Review, Guitar Club, Chitarre.
Insegna chitarra rock-blues al Saint Louis College of Music dove tiene da molti anni corsi di “Storia della Musica Rock” e “Guitar Technology”.
E’ specializzato nella tecnica slide e oltre ad esibirsi sul Live Stage e coordinare il Bob Brozman Memorial Slide Contest, curerà un seminario specifico sulle tecniche chitarristiche con l’uso del bottleneck.

 

DANILO CARTIA
Cantante, banjoista, chitarrista, compositore, e insegnante (chitarra e banjo 5 corde). Già alla fine degli anni Settanta si dedica alla musica tradizionale americana ed è tra i primi a introdurre la musica Bluegrass in Italia. Il Folkstudio di Giancarlo Cesaroni, locale storico e culla della musica tradizionale ed etnica di Roma, gli offre un trampolino di lancio nella sua lunga carriera di musicista. Si è esibito anche in Messico, dove ha partecipato al 1° e 2° Countryfest Internacional Mexico , in Russia con cinque concerti (2011). Membro attivo della European Bluegrass Music Association (EBMA), vanta numerose collaborazioni in album con svariati musicisti, tra cui quella con il grande cantautore texano David Rodriguez, con il quale ha inciso l’album “Racing Aimless” (2012). E’ inoltre organizzatore della “Rome Bluegrass Jam“, strumento di diffusione culturale e punto di riferimento a Roma per gli appassionati di questo genere. E’ ideatore e coordinatore dell’Italian Bluegrass Meeting, che, iniziato all’Acoustic Guitar Meeting di Sarzana (SP, Italia), prosegue con successo all’Acoustic Guitar Village di Cremona Musica.

 

JACKIE PERKINS (Usa)
Con entrambi i genitori musicisti, Jackie nasce sotto il segno della musica. Già a nove anni inizia a suonare il piano, a undici la chitarra, l’anno dopo la viola. A diciotto anni si iscrive all’università e inizia a cantare, fino alla doppia laurea in lingue e canto. Una borsa di studio della Rotary Foundation la porta in Italia: prima a Siena, poi a Roma dove studia lirica, poi a Perugia, e infine a Parma, dove vive dal 1995.
Nel 2008 lavora intensamente alla registrazione del suo CD “The Still Awakening”, che esce nel Marzo del 2009, dove le sue canzoni denotano una maturità artistica ormai raggiunta. All’album partecipano, oltre al sempre più straordinario Michael Manring al basso, alcuni altri musicisti internazionali come i fratelli Gabin e Paul Dabirè, africani del Burkina Faso, Adriano Molinari (Zucchero) alla batteria e Alex Acuña (Weather Report) alle percussioni dando vita ad un progetto multi-etnico.
Effettua un tour in Italia nella primavera del 2009 con la formazione “Exotique Band”, con la partecipazione di Manring, i fratelli Dabiré e Massimo Varini alla chitarra acustica e elettrica. Nel 2011 dà la voce all’album “Christmas Paradise Brazilian Love Affair” con brani arrangiati da Elio Baldicantù. Nel 2012 è la prima cantautrice americana a partecipare al IFSGF a Shanghai, Cina, invitata dalla Naga Guitars di Huang Chia-Wei, e apre il concerto per Tommy Emmanuel nello Shanghai Oriental Art Centre. Dal 2013 continua a comporre brani originali accompagnandosi alla chitarra acustica, pianoforte e ukulele e a prestare la voce per vari progetti, con la promessa della realizzazione imminente del suo secondo progetto personale. Negli ultimi anni condivide spesso il palco con Alessandro Finazzo (Finaz) della Bandabardò in tour con Michael Manring.

 

ANDREA TARQUINI
E’ il primo chitarrista e cantautore italiano che entra a far parte degli endorser delle chitarre acustiche “BOURGEOIS”, prestigioso marchio di fama internazionale che produce strumenti dalle forme e dalle sonorità appartenenti alla tradizione acustica U.S.A. Il suo nome va ad aggiungersi a quello di altri grandi musicisti ed artisti che hanno fatto la storia della musica acustica e tradizionale come Ricky Skaggs, Bryan Sutton, Chris Thile e Dan Tyminski. In concomitanza dell’endorsement, Dana Bourgeois, liutaio e fondatore dell’omonimo marchio, ha appositamente costruito una chitarra per Andrea Tarquini, stabilendo insieme a lui le specifiche tecniche e la scelta dei legni.
“REDS! Canzoni di Stefano Rosso”, è il CD dove la voce e la chitarra di Andrea fanno rivivere le storie della Trastevere anni ‘70 raccontate da Stefano Rosso nel corso della sua carriera. L’album contiene 10 brani del repertorio del cantautore romano Stefano Rosso, di cui Andrea è stato allievo, asciugati dalle sonorità anni ’70 ed impreziositi da eleganti arrangiamenti legati alla tradizione musicale nordamericana.
Più volte finalista al Premio Tenco. è il selezionatore dei cantautori-chitarristi partecipanti al concorso “New Sounds of Acoustic Music” e il coordinatore della rassegna “Corde & Voci d’Autore” che si svolgono sul Live Stage dell’Acoustic Guitar Village.

 

FRANCESCO LUCARELLI & STEFANO FROLLANO
Sono due cantautori romani da sempre innamorati della musica West Coast.
Invitati sul palco del Tendastrisce da Crosby Stills & Nash per i bis del loro concerto del 1992, negli anni Francesco e Stefano
hanno avuto modo di collaborare con i tre artisti e con i Crazy Horse di Neil Young, realizzando alcuni dischi di canzoni originali.
Autori di molte pubblicazioni sulla musica della west-coast sono attivi da anni nel panorama dei clubs e festival estivi. Francesco Lucarelli collabora dai tempi di Sarzana e poi Cremona con l’Acoustic Guitar Village e coordina la rassegna “Corde & Voci d’Autore”.

 

ALESSANDRA MACHELLA
È un artista italiana con un album e dei single già prodotti, molto attiva a livello artistico inteso come concerti live e anche molto attiva sui canali social, con decine di migliaia di followers. Scopre da giovanissima la sua passione per la musica che, già dall’età di 16 anni, la porta a suonare in svariati locali delle Marche, alternando studio e musica.
Si laurea in Servizi Sociali e prende un diploma in musica alla Percento Musica di Roma e al CET di Mogol (con il quale gioca anche a calcio).
Nel 2012 le prime conferme ufficiali a Musicultura e a Castrocaro (Rai 1). Il primo singolo Noi, uscito nel 2012, autoprodotto, resta per 8 settimane nella top 30 di Itunes e nell’aprile 2013 viene scelta da Barley Arts per aprire il concerto italiano di Meshell Ndegeocello.
La produzione artistica del secondo singolo Shh (2013) è affidata a Claudio Fabi.  Nel 2015 lavora in qualità di cantante, chitarrista e autrice di “interviste cantate“ nel programma di Rai Radio 2 “Un giorno da Pecora” per l’intera stagione, creando inoltre jingles personalizzati per tutti i politici ospiti della trasmissione. Nell’agosto 2015 vince in qualità di autrice-compositrice del brano “Nuvole nella testa” il Festival di Castrocaro (Rai 1). Lo stesso brano si aggiudica, nel settembre 2015, anche il primo posto al Festival della canzone italiana a New York.
Il 25 dicembre del 2015 esce il suo singolo Invisibile unitamente al videoclip che in 24 ore raggiunge quasi 90.000 views sulla sua pagina Facebook. Qualche giorno dopo, il 28 dicembre, trionfa sul palco del Teatro di Sulmona aggiudicandosi il 1° posto al Premio Augusto Daolio, piazzamento che le consentirà di aprire il concerto dei Nomadi a Novellara nel mese di febbraio 2016. Il 2015 si chiude calcando il palco di “L’anno che verrà”, il grande concerto di Capodanno trasmesso da Matera in diretta su Rai 1.
Nel 2018 partecipa ed arriva alle semifinali di “The Voice Of Italy” (Rai2): il video della sua blind-audition, dove ha reinterpretato Andiamo a Comandare di Rovazzi, colleziona oltre 800.000 views sul canale YouTube ufficiale di TVOI. Questo brano ha fatto conoscere Machella e la sua attitudine poliedrica nel vestire canzoni che la porta a girare tutta l’Italia con il suo spettacolo live #OneGirlBand in cui, sola sul palco, arrangia in tempo reale le canzoni che poi canta, suonando chitarra, batteria, armonica, basso ed una loopstation.

Subito dopo TVOI firma un contratto discografico con l’etichetta di Roma Maqueta Records e nell’estate 2018 esce il singolo #NVLA – Nessuno Vuole l’Amore, brano dal sapore estivo con un testo che ironizza sul mondo social di cui, secondo Machella, siamo parte, amiamo sentirci parte e che forse ci sta sostituendo i sentimenti migliori. La canzone ottiene un ottimo riscontro radiofonico, classificandosi per più settimane nella TOP40 ufficiale di Radio Airplay che raccoglie i brani degli artisti indipendenti italiani più trasmessi dalle radio FM italiane. A dicembre 2018 esce il singolo Di Notte. A Giugno 2019 esce il suo singolo GHIACCIO, scritto insieme ad una altra artista di talento, già vista ad X Factor Italia, Francesca Xefteris. 
GHIACCIO è un brano indie pop prodotto da Matteo Schiaroli a Chiaravalle, dai suoni estivi e freschi. Ma GHIACCIO è molto più che una canzone, è un progetto che comprende anche una capsule Collection di abbigliamento realizzata con l’azienda del modenese TEETOPIA che vedrà la luce nel mese di giugno 2019.
La canzone di Machella fa da sottofondo ad un viaggio colorato tra tutti i 13 capi della collezione.
Giubbetti jeans, giubbetti college, t-shirt, felpe, canotte, shorts, tute, il tutto con un solo mood: colore! Machella ci porta nel suo mondo fatto di spirali e texture che riproducono dettagli da amare; i suoi numerosi tattoo diventano applicazioni scomposte nei vari capi, le frasi delle sue canzoni escono dalle canzoni e si ritrovano divise sopra i vari capi della collezione e si materializzano con i materiali più diversi! 
Ogni capo conterrà un cartellino con un remix in esclusiva del brano. Ed ogni capo è personalizzabile fino al momento della stampa ed ogni capo, fatto rigorosamente a mano ed in Italia, è unico. Proprio come la vita di Machella, proprio come la vita di ognuno di noi.

 

NICOLA OLIVA & CLAUDIA D’ULISSE
Il chitarrista Nicola Oliva e la cantante Claudia D’Ulisse sono tra le migliori espressioni musicali nate in Abruzzo.
Quando suonano in duo amano giocare con la musica che li ha formati, spaziando per il soul, blues e tutti i generi derivati, ridefinendo ogni brano attraverso un altissimo e raffinato gioco di dialogo tra lo strumento chitarra e quello della voce.
Nicola vanta numerose collaborazioni, affiancando artisti della canzone italiana come Ornella Vanoni, Fiorella Mannoia, Linda e molti altri; negli ultimi cinque anni è impegnato nella band di Laura Pausini, con la quale ha calcato alcuni tra i palcoscenici più prestigiosi al mondo (dalla Royal Albert Hall di Londra al Madison Square Garden di New York). Alcune tra le riviste specializzate come Chitarre e Guitar Club ne parlano come uno tra i più talentuosi chitarristi italiani.
Claudia, oltra all’attività di solista e insegnante, vanta numerose collaborazioni come corista per molti artisti italiani tra cui Ornella Vanoni, Mario Lavezzi, e molte collaborazioni anche nei programmi televisivi e radiofonici nazionali.
Nell’ultimo anno è stata scelta anche lei da Laura Pausini come corista nel suo tour degli stadi e nelle trasmissioni televisive tra le quali si ricordano Laura&Paola e House Party.

 

MASSIMILIANO CONA
Si è diplomato in chitarra Elettrica alla LIZARD SCHOOL di Fiesole diretta da Giovanni Unterberger. Dal 1991 al 2004 in giro per l’Europa rappresenta L’ Italia nei vari Meeting Musicali organizzati dalla comunità europea, nel 1997, ha partecipato a diverse trasmissioni televisive nazionali come: Trenta Ore per la Vita (canale 5), Premio Rino Gaetano (Rai 1), Telethon (Rai 1). Nel 1998 alla LIZARD SCHOOL di Fiesole, porta a termine un corso di teoria e tecnico Del suono Midi/Audio. Ha collaborato con altri insegnanti della LIZARD per la stesura di un metodo per chitarra elettrica, Hard Rock e Heavy Metal distribuito dalla BMG RICORDI. Nel 2000 L’emittente televisiva (Rete 4) utilizza le sue musiche come sottofondo in diversi spot pubblicitari. Nel 2001, è uno dei vincitori del concorso Demotape, indetto dalla rivista Chitarre e Play Game Music per la quale ha inciso il brano Love Immersion inserito nel CD Emergenza Chitarre tre. Nel 2003, vince per il secondo anno di seguito il concorso Emergenza chitarre Quattro con il brano Scent of Land. Nel 2006 firma un contratto con la R.T.I. gruppo MEDIASET come autore di musiche per film, sottofondi, e pubblicità, nello stesso anno ha l’onore di aprire il concerto di Preston Reed a Messina. Nel 2007 esce il suo primo DVD didattico “La Chitarra Solista Rock” prodotto della PlayGame Music. Nel 2008 inizia una collaborazione con Yamaha Musica Italia diventando dimostratore nazionale chitarre acustiche. IL 28 aprile 2010 insieme al famosissimo chitarrista americano Frank Vignola apre il concerto di Tommy Emmanuel al Teatro Metropolitan di Catania. Nel 2012 inizia a collaborare con la rivista nazionale Chitarre Magazine scrivendo lezioni sulla Chitarra Acustica Moderna. Nel 2013 diventa endorser dei famosissimi capotasti G7. Il 30 Aprile 2014 ripete l’esperienza fatta quattro anni prima aprendo per la seconda volta il concerto a Tommy Emmanuel del suo Live Tour 2014. Nel 2015 le reti Mediaset utilizzano le sue musiche nelle più importanti trasmissioni televisive come “Mela Verde, Cento Vetrine, Amici, Studio Aperto

ESPOSITORI


STAND PREALLESTITI – AREA LIBERA
ACOUSTIC GUITAR VILLAGE  Hall 1 Fiera di Cremona

 

Martin Guitars (Usa) – Eko Music Group – stand 600

 

 

 

Eko – Ernie Ball – Dunlop – stand 600

 

 

 

Acus-sound Engineering – stand 601
Acus-sound acoustic amplifiers

 

 

 

 

SchneiderMusik (Germania) – stand 604

 

 

 

 

Fingerpicking.net – stand 605-606

 

 

 

Taylor Guitars (Usa) – stand 613-614

 

 

 

 

Yamaha Guitars – stand 615-616

 

 

M. Casale Bauer – stand 623-624
Guild, Washburn, Benedetto Guitars, accessori

 

 

 

 

Bespeco Professional Accessori – stand 625-625bis-626

 

 

Music Gallery – stand 628-629-629bis
Godin, Seagull, Simon & Patrick, La Patrie Guitars,  accessori

 

Gold-Music Distribution – stand 632-633
Cole Clark, Breedlove, Takamine Guitars, accessori

 

 

 

 

Explora Lombardia – stand 634-635

 

 

 

 

Reference Cable srl – 690

 

 

 

 

Mini Steve Acousticwoods Magnetic Pick-up – 691

 

 

 

 

Baffo Guitars – 692

 

 

 

 

Casa della Musica Folk Lap-steel – 693

 

 

Ri-Belle Guitar Straps – 694

 

 

 

 

Elaia Handpans – 695

 

 

 

Alma Cajon – 696

 

 

 

 

 

Japarts Guitar Parts (Giappone) – stand 641

 

 

 

 

TKL class cases (Usa) – stand 642

 

 

 

 

Moon-Wha Pearl Accessories (Korea) – stand 643

 

 

 

 

Guitarras Ramirez (Spagna) – stand 644

 

 

 

 

Madinter Trade (Spagna) – stand 645

 

 

Janicek Picks (Repubblica Ceka) – stand 646

 

 

 

Liuteria Vorraro – stand 647

 

 

 

 

All parts Italia – Wilder Davoli – stand 648

 

 

 

Armadillo Club Ass. Cult. – stand 649

 

 

 

 

Leonardo Petrucci Liutaio – stand 650

 

 

 

 

Scuola Liuteria Toscana – stand 651

 

 

 

 

Liuteria F.lli Lodi – stand 652

 

 

 

 

Santos Hernandez flamenco guitars (Spagna) – stand 652

 

 

 

 

 

Massimo Raccosta Collection – stand 652

 

 

 

 

K-Tar Acoustic Experience Guitars – stand 657

 

 

 

 

Roma Expo Guitars – 655

 

 

 

Transeuropa Recording Studio Torino – 655A

 

 

 

 

MEI-Audiocoop – 655B

 

 

 

MIR certificazione Strumenti Musicali Cremona – 655C

 

 

 

 

Touch the Sound Project – Gabriele Lodi Liutaio – 656

 

 

 

 

 

VICOLO DEI LIUTAI
ACOUSTIC GUITAR VILLAGE  Hall 1 Fiera di Cremona

Chatelier Freres Lutherie (Francia) – Vicolo Liutai 660

 

 

 

 

Teodoro Perez Guitars (Spagna) – Vicolo Liutai 661

 

 

BMS Guitars (Belgio) – Vicolo Liutai 662

 

 

 

 

Luca Canteri Guitars (Isole Canarie) – Vicolo Liutai 663

 

 

 

 

Acoustic Guitar Village Collection                Vicolo Liutai 665

 

 

 

 

Davide Pusiol Guitarworks – Vicolo Liutai 668

 

 

 

 

P.E. Malinowski Luthiers (Polonia) – Vicolo Liutai 669

 

 

 

 

EROM Edizioni – Vicolo Liutai 686

 

 

 

 

Filbo legnami – Vicolo Liutai 684-685

 

 

 

 

Roberto Hernandez Cespedes  Liutaio (Cile) – Vicolo Liutai 683

 

 

 

 

Borghino Guitars – Vicolo Liutai 681

 

 

 

 

Maxmonte Guitars – Vicolo Liutai 681

 

 

 

 

Michael Greenfield Guitars (Canada) – Vicolo Liutai 680

 

 

 

 

Ken Parker Archtops (Usa) – Vicolo Liutai 680

 

 

 

 

Bourgeois Guitars (Usa) – Vicolo Liutai 679

 

 

 

 

Collings Guitars (Usa) – Vicolo Liutai 678

 

 

 

 

Sadeghi Workshop Tar (Iran) – Vicolo Liutai 677

 

 

 

 

Dea Guitars (Francia) – Vicolo Liutai 672

 

 

 

 

Luciano Biasibetti – Vicolo Liutai 673

 

 

 

 

 

Corsi di formazione-workshops-masterclasses

Masterclass di Liuteria per Chitarra Acustica

all’interno dell’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica International Exhibitions and Festival 

venerdì 27, sabato 28, domenica 29 settembre  2019

sala Masterclass 1 presso Uffici di Cremona Fiere

Docenti: M° KEN PARKER (Usa) – M° MICHAEL GREENFIELD (Canada) – DANA BOURGEOIS (Usa)

 

 

 

 

 

traduzioni ed assistenza M° Max Monterosso, M° Mirko Borghino e M° Piero Guagliumi

 

 

 

 

 

 

 

Programma:

M° Liutaio KEN PARKER (Usa)  www.kenparkerarchtops.com

Anche se molti musicisti conoscono Ken Parker per via della chitarra innovativa che lui e Larry Fishman hanno progettato e introdotto con il marchio Parker Guitars nel 1993, la Fly, Ken è stato ossessionato per decenni dalle chitarre archtop. Considerando l’eccezionale ergonomia della Fly, il corpo rivestito in composito, la tastiera in fibra di carbonio e il tremolo multifunzione, che ne ha fatto uno dei nuovi e solidi design a corpo unico degli ultimi 20 anni, non dovrebbe sorprendere che questa ossessione di Parker stia ora portando avanti l’arte e la scienza delle chitarre archtop. Sia la cura nella costruzione del corpo della chitarra, sia l’arte nella costruzione e rifinitura dei tasti sono riconosciuti e ammirati da costruttori e musicisti.
Tutto ciò non deve comunque offuscare il fatto che il suo scopo è quello spingere il musicista a suonare con grande gioia: “Per me, se una chitarra non è divertente da suonare, se non ti provoca un sorriso nel volto e non ti fa uscire dall’angolo della stanza: a cosa serve?”

La Tradizione si evolve

1° giorno – Venerdì 27, dalle 10.00 alle 13.00

Il primo giorno presenterò il mio percorso nella costruzione di strumenti, invenzione, design innovativi e costruzione di attrezzi. Condividerò delle lezioni apprese e scoperte che sono state di fondamentale importanza per me e mostrerò come sia tutto sintetizzato nelle chitarre archtop che costruisco attualmente.

Coprirò gli aspetti delle geometrie degli attrezzi e del loro disegno, un tassello importante per il liutaio, focalizzandomi su metodi e attrezzi particolarmente funzionali. Vedremo come i nostri tradizionali utensili possono essere migliorati applicando queste conoscenze. Mostrerò alcuni speciali utensili a mano utili per i liutai, e mostrerò i reali benefici dati dalla comprensione delle loro caratteristiche.

Discuteremo il lavoro del liutaio contemporaneo, l’evoluzione delle performance degli strumenti spinta dalle richieste dei musicisti contemporanei, e come le nostre utili innovazioni possono aiutare i musicisti che usano i nostri strumenti come veicoli della loro arte ed espressione.

2° giorno – Domenica 29, dalle 10.00 alle 13.00

Il secondo giorno i partecipanti saranno incoraggiati a presentare le proprie difficoltà costruttive per vedere possibili soluzioni, o per esplorare delle questioni oscure. Sembrano esserci attrezzi che non funzionano come dovrebbero, materiali che pongono problemi inusuali, o processi che sembrano troppo complessi, laboriosi o non prevedibili.

Discuterò di come i moderni materiali compositi possono essere applicati nel migliore dei modi alle chitarre, spiegandone le speciali proprietà, benefici e limitazioni. Vedremo come i compositi possono supportare e fondersi con il legno per risolvere alcuni problemi fondamentali nella costruzione delle chitarre.

Studieremo anche alcune tecniche tradizionali utilizzate per costruire strumenti antichi e per riprendere metodi tradizionali in disuso che possono essere funzionali oggi.

 

 

 

 

 

                     

M° Liutaio MICHAEL GREENFIELD (Canada) www.greenfieldguitars.com

Dopo aver suonato musica professionalmente negli anni ’70, Michael Greenfield iniziò a riparare e settare chitarre elettriche. Negli anni ’90 questa attività si è evoluta in una carriera di riparatore e restauratore di chitarre vintage e antiche. Avendo avuto l’opportunità di esaminare così tanti di quegli iconici strumenti prebellici e dell’inizio del XX secolo, l’esperienza accumulata è stata di valore inestimabile. Michael è stato in grado di conoscere profondamente, misurare, suonare e ascoltare quelle meravigliose chitarre! Tutta questa esperienza ha contribuito all’evoluzione della sua attività e al suo attuale lavoro. L’obiettivo è che ogni musicista non sia semplicemente soddisfatto ma entusiasta della nuova chitarra e per questo ogni commissione inizia con una consulenza personale. La scelta del modello, le specifiche, i materiali e le opzioni risultanti si combinano per rendere la Greenfield Guitar uno strumento davvero unico nel suo genere.

1° giorno – Venerdì 27, dalle 14.30 alle 17.30

Sistemi di gestione per liutai artigiani

L’importanza di utilizzare sistemi di contabilità, gestione del tempo, modelli di documenti, listini pubblicati, modalità di ordine e prezzi, gestione degli acconti e della garanzia, gestione e comunicazione con il cliente, configurazione degli strumenti, contratti. L’importanza di pagamenti intermedi e la gestione di ordini speciali.

L’inizio del lavoro, liste degli ordini e delle specifiche, l’importanza di alcune ridondanze e doppi controlli.
Ricevere il saldo, consegna e spedizioni internazionali (CITES, ecc.)

Agenti e commercianti
Ordini conto vendita, contratti di vendita

Laboratorio e gestione dei dati

Usare ShopFlow
Notazione dei dati
Capacità di produzione
Identificare i colli di bottiglia
Archivio degli strumenti
Gestione del legno e controllo di inventario
Avere a che fare con i vari trattati CITES, Lacey Act e previsioni future
Formazione di collaboratori e apprendisti
Etichette RFID

2° giorno – Sabato 28, dalle 14.30 alle 17.30

La chitarra invisibile

Lo strumento che amiamo… la chitarra! La chitarra acustica artigianale e la sua cultura sono diventate molto di moda. Di conseguenza siamo bombardati di informazioni. I social media, forum online e gallerie esclusive stanno tutti contribuendo alla cacofonia.
Ma dove termina l’oggetto e comincia lo strumento? Diamo uno sguardo nel mondo della chitarra invisibile, ovvero quello che della chitarra non possiamo vedere.
Che cosa influenza la voce di uno strumento? E i legni? Cosa contribuirà al valore, alla stabilità e suonabilità di una chitarra? La chitarra invisibile è una discussione su tutto ciò che il liutaio dovrebbe prendere in considerazione quando crea uno strumento.

Sessione di domande libere

 

 

 

 

 

 

M° Liutaio DANA BOURGEOIS (Usa) www.bourgeoisguitars.net

Dana Bourgeois è un liutaio, scrittore, docente ed è considerato uno dei migliori costruttori di chitarre acustiche negli Stati Uniti. Le innovazioni di Bourgeois nel design e nelle tecniche di voicing gli hanno fatto guadagnare il plauso mondiale per le sue chitarre da parte di musicisti professionisti, appassionati e collezionisti. La lunga lista di musicisti famosi che suonano chitarre Bourgeois include Luke Bryan, Ricky Skaggs, Bryan Smith, Ry Cooder, Scott Fore, Bryan Sutton, Vince Gill, Lee Roy Parnell, James Taylor e Guy Clark.
Dana ha fondato la sua compagnia, Bourgeois Guitars, nel 1993 e si è trasferito a Roy Continental Mill a Lewiston, nel Maine. L’uso di materiali pregiati, come il palissandro brasiliano, l’abete Adirondack e il palissandro indiano, così come la capacità di “dar voce” ai suoi strumenti, gli hanno fatto guadagnare una reputazione nel mondo della musica come liutaio molto esperto. Utilizzando un metodo di tapping manuale, “accorda” in modo ottimale i singoli pezzi in momenti chiave durante il processo di produzione. Questo suono di alta qualità lo ha distinto da altri liutai e ha iniziato ad attirare l’attenzione dei migliori musicisti.

Dare voce ad una chitarra tradizionale in corde d’acciao

1° giorno – Sabato 28, dalle 10.00 alle 13.00

La prima sessione di lavori consisterà in una presentazione di immagini. Verranno affrontati i seguenti argomenti:

– La fisica degli oscillatori accoppiati
– Ottimizzazione delle caratteristiche di rigidità e delle frequenze di risonanza
– Il mio metodo di voicing passo dopo passo
– Mostrerò il mio metodo lavorando in diretta le catenature di diversi top e back. Durante l’opera, spiegherò la mia procedura passo passo e risponderò a qualsiasi domanda.

2° giorno – Domenica 29, dalle 14.30 alle 17.30

Nella seconda sessione di lavori ogni partecipante dovrebbe portare una tavola incatenata, finita o non finita. Offrirò le linee guida individuali a coloro che desiderano lavorare sulle proprie tavole durante questa sessione. Le tavole finite saranno criticate e confrontate con i miei top che ho mostrato precedentemente.

Il mio obiettivo è aiutare i partecipanti a sviluppare il proprio approccio a dare voce allo strumento. Essi saranno incoraggiati ad adottare tanto o poco del mio metodo che ritengono utile. L’obiettivo delle mie critiche sarà quello di illustrare le differenze tra i miei risultati e i risultati ottenuti da loro stessi.

I partecipanti che desiderano lavorare sulle tavole devono portare le loro proprie tavole, attrezzi e un asciugamano o un tappetino per proteggere il piano durante il lavoro.

                                                                                             

 

Masterclass di Didattica per Chitarra Acustica

all’interno dell’Acoustic Guitar Village, Cremona Musica International Exhibitions and Festival

venerdì 27, sabato 28, domenica 29 settembre 2019

sala Masterclass 2 presso Uffici di Cremona Fiere

Docenti: M° MICKI PIPERNO (Ita) – M° PIERRE BENSUSAN (Francia)

assistenza e traduzioni Camilla Conti

Nota bene:

Per seguire il lavoro didattico proposto in queste Masterclass non si devono possedere particolari requisiti di ammissione, è sufficiente avere una conoscenza base della chitarra.
Accordi standard in prima posizione, accordi con l’uso del barrè, saper fare qualche semplice “solo” sulla chitarra.

Programma:

M° MICKI PIPERNO  www.mickipiperno.com

Michelangelo “Micki” Piperno è un docente e concertista di chitarra acustica di fama internazionale, un compositore di musica contemporanea che con la sua chitarra acustica, propone uno spettacolo dove le sonorità della tradizione chitarristica americana si mischiano con echi di chitarra classica e mediterranea al servizio della canzone e della melodia, che lui stesso reputa essenziali per comunicare il mondo della chitarra Acustica.

E’ uno stimato compositore e ha lavorato per il Cinema, Tv e Teatro, scrivendo inoltre articoli didattici per le riviste specializzate Chitarre ed  Axe.
Ha pubblicato per Sinfonica Jazz il Manuale di chitarra moderna e Suonare la Teoria – voll.1 & 2, Corso Completo di Chitarra Acustica Vol I° e II°, Lezioni di chitarra Acustica e Classica Fingerstyle Vol. 1, La Vita dietro la Chitarra e American Indian Suite e per Fingerpicking.net i libri di composizioni originali per chitarra acustica  Original  Composition e Freestyle.

Corso intensivo di Analisi e Tecnica Esecutiva della Chitarra Acustica Folk e Fingerstyle

1° giorno, venerdì 27 settembre, dalle 10 alle 13:

• Fondamenti di Armonia moderna applicata agli stili della chitarra Acustica
• Tecniche di arrangiamento Fingerstyle
• Il basso alternato, diverse formule e possibilità di utilizzo
• Tecniche base e avanzate per la mano destra nella chitarra folk
• Armonizzare un tema celebre con il basso alternato
• Fraseggi di abbellimento per valorizzare il tuo arrangiamento
• Studio del brano Nashville Swing (M.Piperno)

2° giorno, sabato 28 settembre, dalle 10 alle 13:

• Studio di un brano della tradizionale Americano – Guitar Rag (M.Travis)
• Analisi e studio collettivo del brano
• Altri elementi di abbellimento e improvvisazione: Harp Style e Bluegrass licks
• Inserimento degli abbellimenti studiati all’interno di una struttura di blues e rag time
• Tecniche avanzate di Basso Alternato
• Basso Ostinato
• Tecniche di vibrato sulla chitarra acustica
• Amplificare una chitarra acustica dal vivo

3° giorno, domenica 29 settembre, dalle 10 alle 13:

• Gli armonici, formule e differenti tipologie
• ll Walking Line Bass e i giri armonici
• Scale e tecniche di Harp Style
• Studio dell’arrangiamento in stile Fingerstyle di Quando di Pino Daniele
(Arr.M.Piperno) per mostrare la sintesi degli argomenti studiati nel corso all’interno di una canzone Pop.
• Elementi di improvvisazione da inserire all’interno del brano

Materiale didattico : tutto il materiale necessario è tratto da pubblicazioni ufficiali:
M. Piperno, Corso Completo di Chitarra Acustica vol. 1 (SJ. 124) – Ed. Sinfonica Jazz
M. Piperno, Corso Completo di Chitarra Acustica vol. 2 (SJ. 135) – Ed. Sinfonica Jazz
M. Piperno, La Vita dietro la Chitarra (S. 421) – Ed. Sinfonica Jazz

 

 

 

 

 

 

M° PIERRE BENSUSAN  www.pierrebensusan.com

Nato ad Orano in Algeria, Pierre Bensusan è un autodidatta che ha saputo percorrere una carriera internazionale vincendo anche un Grand prix du disque a Montreux. Pierre ha uno stile personale improntato a diverse correnti, influenzato nei primi passi dalla fioritura del folk revival in Inghilterra, Francia e America del Nord, per poi esplorare il proprio particolare retaggio musicale e muoversi verso ulteriori orizzonti. Nel 2008 è stato votato miglior chitarrista World Music dai lettori di Guitar Player e ha al suo attivo molti dischi con la CBS. Autore di molte pubblicazioni didattiche è considerato un maestro della chitarra fingerstyle, inventore e maggior esponente della tecnica in accordatura DADGAD. E’ autore del libro “Livre de guitare”.
https://pierrebensusan.com/

 

La masterclass con Pierre Bensusan è aperta a tutti i chitarristi fingerstyle, che utilizzano sia corde d’acciaio che corde di nylon, provenienti da ogni stile e genere musicale, abituati ad usare qualsiasi tipo di accordatura e che abbiano raggiunto un livello di tecnica intermedia o avanzata.

Pierre Bensusan suona esclusivamente in accordatura DADGAD ed è riconosciuto come leader nel mondo in questa specificità strumentale.
Il suo approccio a questo tipo di accordatura è definito dal fatto che egli non vede questa accordatura
come un’alternativa alla standard, ma come accordatura “nativa”, per esplorare le sue atmosfere sonore specifiche e per affermare che questa è la sua accordatura standard.
Dal momento che la classe non sarà composta da musicisti che usano solamente questa accordatura, Pierre aiuterà gli studenti ad approcciare con il mondo di questa accordatura aperta condividendo la sua esperienza sulla chitarra accordata in questo modo, che potrebbe diventare una nuova possibilità per infinite esplorazioni.

La Masterclass sarà basata sul concetto che a prescindere dallo stile musicale che si suona è importante lavorare sull’interpretazione, l’improvvisazione e la composizione, il musicista ha bisogno di esprimersi attraverso la musica e lavorare in tale direzione è l’unica direzione per divenire musicisti liberi e consapevoli.
Questo, infatti, è quello che verrà curato particolarmente nei tre giorni di lavoro insieme grazie a un processo e a una metodologia che il maestro utilizzerà per tutta la durata del corso.

Materiale didattico di riferimento:

– The Guitar Book (Hal Leonard)
– Dadgad Explorer (DVD/Download – Truefire, USA- website)
– The Intuite PDF Collection Songbook (PDF – website)
– The Altiplanos PDF Collection Songbook (PDF – website)
– The Vividly PDf Collection Songbook (PDF – website)
– The Nice Feeling Collection (PDF – website)
– The Dadgad Café Collection (PDF – website)
– The 4 AM Collection (PDF – website)
– The Celtic Collection, Vol. 1 (PDF – website)
– The Celtic Collection, Vol 2 (PDF – website)
– Individual Sheet Music (PDF – website)
– In Concert (DVD – Vestapol Videos, USA – website)
– PB, Instructional #1 (DVD – Stefan GrossmanWorkshop, USA – website)

1° giorno, venerdì 27 settembre, dalle 14 alle 17:

Suonare e vivere la musica, il tocco sulla chitarra, la postura, le corde, l’approccio musicale, l’allenamento dell’orecchio, il processo dell’accordatura, l’arte di ascoltare, cantare, memorizzare, indipendenza ritmica, dinamica, ispirazione.

2° giorno, sabato 28 settembre, dalle 14 alle 17:

Introduzione al DADGAD, nozioni di armonia e costruzione degli accordi, esplorazione di scale e
modalità mediante l’applicazione divari approcci e tecniche della mano destra e della mano sinistra,
riposo e silenzi, imparare ad avere capacità di anticipazione, improvvisazione.

3° giorno, domenica 29 settembre, dalle 14 alle 17:

Effetti, sfumature, timbri, unghie,vibrato, armonici, tapping, muting, ascolto interattivo degli studenti che suonano, memorizzano e compongono la loro musica.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Concorso “New Sounds of Acoustic Music”

“NEW SOUNDS OF ACOUSTIC MUSIC”, 2019

La finale del concorso “New Sounds of Acoustic Music”contest di emergenti si svolgerà all’interno dell’ACOUSTIC GUITAR VILLAGE a Cremona, Fiera di Cremona 27-28-29 settembre 2019. Precisamente si svolgerà nell’intera giornata di VENERDI’ 27 SETTEMBRE sul Live Stage 2, palco esterno adiacente al padiglione dell’AGV.

Per quest’anno non ci saranno preselezioni dal vivo, quindi è sufficiente inviare i materiali a una delle organizzazioni selezionatrici e cioè l’ Ass. Cult. Armadillo Club (info@armadilloclub.org), Fingerpicking.net, Andrea Tarquini per “Corde & Voci d’Autore” (cordeevoci@armadilloclub.org)

NewSounds_vincitori-giuria

Ci sono alcune modifiche e novità che preghiamo controllare nel regolamento sottostante.

Partecipano: Marco De Annuntiis, Marta De Lluvia, Valerio Billeri, Miriam Foresti, Gianmaria Simon, Cristiana Verardo (sezione concorso Corde & Voci d’Autore)
Giuria composta da: Matteo Bergamini (Taylor Guitars), Andrea Carpi (giornalista Chitarra Acustica), Fabrizio Chiapello (Transeuropa Recording Studio), Ezio Poli-Maria Grazia Nespolo (L’Isola Ritrovata), Renzo Chiesa (fotografo musicale), Martina Gozzini (Miniera Acustica), Guido Giazzi (giornalista Buscadero), Gianni Zuretti (giornalista Mescalina), Francesco Paracchini (giornalista L’Isola che non c’era), Daniele Lucca (organizzatore musicale DTL Art Consulting)

esibizione di Davide Andreozzi (vincitore concorso 2018)

Giuseppe Sessa, Gabriele Dusi, Gianluigi Secchi, “Rednaks” Antonino Salamone (sezione concorso chitarristi solisti) “Mattia Bonetti e i Suonatori in Libertà” (sezione concorso band acustiche)
Giuria composta da: Andrea Carpi (giornalista), Reno Brandoni (Fingerpicking.net), Marino Vignali (ADGPA), Letizia Canale (Acus-Sound), Sara Kismet Del Bubba (Armadillo Club), Micki Piperno (Masterclass AGV-Accademia Acustica), Dana Bourgeois (Bourgeois Guitars)

I premi sono messi a disposizione dalle aziende Taylor Guitars, Transeuropa Recording Studio di Torino (sezione cantautori), Acus-Sound Engineering (sezione chitarristi solisti), Ri-Belle Accessories, accessori vari (sezione band acustiche)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Conferenze – Workshops – Eventi

PROGRAMMA

Numerosi eventi tra mostre, live performances, conferenze, workshops e masterclass di liuteria e di didattica per chitarra si svolgeranno durante l’ACOUSTIC GUITAR VILLAGE all’interno di Cremona Musica International Exhibitions, alla Fiera di Cremona il 27-28-29 settembre 2019.

MASTERCLASS-CORSI DI LIUTERIA E DIDATTICA PER CHITARRA (presso sale masterclass)

MOSTRE STORICHE (presso area espositiva Acoustic Guitar Village)

“Scivolando sulle corde” dai modelli hawaiiani a quelli resofonici, dalle Lap Steel alle Pedal Steel. Gli strumenti musicali nella tecnica “Slide”, a cura del M° Liutaio Leonardo Petrucci

 

 

 

 

 

 “Le Chitarre nei secoli” esposizione di strumenti storici a cura del M° Francesco Taranto e del M° Lorenzo Frignani. In mostra strumenti dei liutai Antonio Guadagnini, Carlo Guadagnini, Gaetano Guadagnini, Francesco Guadagnini, Luigi Mozzani, Mario Maccaferri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Music is our life” esposizione di strumenti etnici dal mondo, collezione del M° Bruno Brunetti
In mostra strumenti cordofoni etnici a manico, sia a pizzico che ad arco

 

 

 

 

 

CONFERENZE-WORKSHOPS-PRESENTAZIONI (presso spazio Area Eventi, Hall 1 area espositiva Acoustic Guitar Village)

– “L’influenza della liuteria spagnola storica nella chitarra contemporanea: la tradizione flamenca”
” La chitarra flamenca storica a Madrid e la figura di​ Santos Hernandez, Guitarrero en Madrid”
  a cura di Marco Ramelli, Gabriele Lodi, Festival Corde d’Autunno – Centro Asteria, Acoustic Guitar Village, Cremona Musica

In collaborazione con l’Ing. Massimo Raccosta -Raccosta Collection– sarà allestita una esposizione in omaggio alla liuteria storica madrilena che sulla base primaria ispirata al progetto Torres sviluppa un modello innovativo di grande impatto sonoro e di marcata espressività.

Ospite dell’evento  il  noto maestro della chitarra flamenca​ Paco Peña​ , che verrà premiato con il Cremona Music Award e si esibirà in concerto presso l’auditorium “Le Stanze per la Musica” nel Museo Civico ”Ala Ponzone”​

 

 


Allievo del celebre Manuel Ramirez, Santos Hernandez è considerato il personaggio di riferimento della scuola di liuteria nel 900 a Madrid. Liutaio dalla grande personalità, S. Hernandez ha saputo manifestare nel suono delle sue chitarre l’essenza espressiva madrilena.
Come capo degli​ oficiales​ del laboratorio di Manuel Ramirez, nel 1912 costruisce la chitarra che dal 1915 fu nelle mani di Segovia per il suo primo ventennio di attività professionale. Successivamente nei primi anni di attività in proprio, collabora assiduamente con il celebre chitarrista Ramon Montoya per ottimizzare un modello di chitarra flamenco da concerto che dal 1922 conosciamo come” flamenca negra”. Possiamo quindi affermare che Santos Hernandez è la personalità di riferimento che prima di ogni altro, grazie alle preziose collaborazioni sopra citate, identifica due progetti costruttivi differenti: il modello classico e il modello flamenco.

Programma dettagliato dell’evento:

Venerdì 27 settembre
ore​ 15:00​ – Presentazione progetto: “The guitar in Madrid across XIX and XX centuries” a cura di Gabriele Lodi e Marco Ramelli
luogo: Area Eventi dell’Acoustic Guitar Village

Sabato 28 Settembre
ore 15 Inaugurazione: Mostra chitarre storiche con la preziosa collaborazione dell’Ing. Massimo Raccosta – Raccosta Collection
luogo: Area Eventi dell’Acoustic Guitar Village

ore​ 20:00​ “ A night in the museum with​ Paco Peña”, evento omaggio all’arte flamenca, dedicato alla figura di Ramon Montoya in collaborazione con Acoustic Guitar Village. Prevederà una prima parte di conferenza sulle origini delle performance di flamenco su chitarra solista e una seconda parte con il concerto del grande maestro spagnolo.
luogo: Auditorium “Le Stanze per la Musica” presso Museo Civico Ala Ponzone
Tutto il programma della serata nel museo su http://cordedautunno.centroasteria.it/

Nell’intervallo tra prima e seconda parte, degustazione dei vini della Cantina Lunae di Castelnuovo Magra (SP)

 

 

 

 

Domenica 29 Settembre
ore 11,30 Cremona Music Award Cerimony: Paco Peña , una vita insieme alla chitarra!
Interventi di: Elvira e​ Paco Peña
luogo: Area Eventi dell’Acoustic Guitar Village


 

 

 

 

 

– 2° Convegno “La Chitarra in Italia tra Ottocento e Novecento” contestualizzazione storica dello strumento italiano nello sviluppo europeo, “Mozzani e Maccaferri, ovvero creatività e genio degli artisti italiani della chitarra!”, ideatori e coordinatori Lorenzo Frignani e Francesco Taranto
Relatori: Lorenzo Frignani, Francesco Taranto, Mario Grimaldi, Marco Bazzotti, Giacomo Parimbelli, Massimo Agostinelli, Claudio Ricca
Interventi di: Aldo Vianello, Roberto Fabbri, Cesare Gualazzini, Franco Merlo, Armando Marcucci
Presentazione delle opere di: Emilia Giuliani, Luigi Moretti, Luigi Rinaldo Legnani, Giovan Battista Noceti, Frate Cassio da Velletri, Giorgio Pezzoli, Benvenuto Terzi, Francesco Forneris, a cura di Francesco Taranto, Marco Vinicio Bazzotti e Giacomo Parimbelli
in programma sabato 28 settembre, dalle 12 alle 15,30 nel Classic Stage 3

 

 

 

 

 

Nel corso delle tre giornate dell’AGV si terrà un incontro/conferenza riservato a costruttori-liutai aderenti all’Associazione ALI. L’incontro avrà luogo in una sala riservata della Fiera di Cremona e avrà come titolo: “I costruttori di strumenti a pizzico professionisti: meeting di aggiornamento, programmazione e news”
(in collaborazione con ALI e AGV) 

 

“Scivolando sulle corde” conferenza a cura del M° Flavio Pasquetto e del Liutaio Leonardo Petrucci
in programma sabato 28 settembre, dalle 17,30 alle 19,00 nell’Area Eventi AGV
• L’evoluzione della Steel Guitar dai primi modelli Hawaiiani, alle resofoniche, alle Steel Guitar elettrificate: analisi e struttura dei modelli più originali.
• Elementi di storia della Steel Guitar; introduzione alla tecnica strumentale; utilizzo dello strumento in vari generi musicali – con particolare attenzione alle diverse accordature utilizzate – tramite l’utilizzo di alcuni modelli esposti nelle teche della mostra.

 

“Slide-a-go-go”, seminario sulla chitarra slide a cura del M° Marco Manusso
in programma sabato 28 settembre dalle 16 alle 17,30 nell’Area Eventi AGV

Programma didattico “Slide –a-go-go”:

1) Panoramica sui vari stili “slide”
2) Scelta del bottleneck più adatto.
3) Strumenti e corde per lo slide
4) Accordature aperte e non
5) Accordi in open tuning
6) Tecnica della mano destra
7) Tecnica mano sinistra

“Attenti al cavo! La drammatica influenza dei cavi di segnale sul suono di una chitarra acustica” workshop a cura di Reference Cable srl
in programma sabato 28 dalle 15 alle 15,15 con Lorenzo Polidori sul Live Stage2 e dalle 17,30 alle 18 sul Demo Stage1 con Roberto Dalla Vecchia 

 

 

“La settima corda, realtà parallela oltre i suoni” seminario/conferenza a cura del M° Marcos Vinicius
in programma domenica 29 settembre dalle 14 alle 16 nell’Area Eventi AGV

Uno strumento è uno strumento, diranno in molti. C’è poco da spiegare. Già, parrebbe ovvio. In senso lato, dunque, questo il suo significato intrinseco: mezzo, veicolo di azioni/emozioni.
Ancor più ovvio è il suo significato nel mondo della Musica: oggetto di forma varia, con determinate caratteristiche fisiche, che distinguiamo per categorie di appartenenza: a fiato, a corda, a percussione; e anche – volendo – in macrofamiglie come legni, ottoni…Uno strumento lo si acquista, lo si riceve in regalo, entra nelle nostre case, a far parte delle nostre vite.
Dopodiché si inizia, un bel giorno, a imparare a suonarlo: chi più chi meno, chi meglio chi peggio, chi con talento chi con caparbietà, chi per passione innata chi per passione suggerita, chi per induzione chi per libera scelta.
A ogni modo, prima o poi, si impara. Punto.
Chiunque, ma davvero chiunque (al di là e oltre una propria, personale attitudine) può imparare a utilizzare uno strumento (vale per quelli musicali ma, in generale, per qualsiasi oggetto/mezzo atto a coadiuvarci in compiti di vario tipo).
E qui, secondo alcuni (forse troppi), il suo ruolo sarebbe compiuto. Spiegato il suo motivo d’essere. Compreso il suo posto nel mondo. E nella nostra vita.
Se però così fosse, e quando così è, la storia sarebbe triste; il ciclo vitale di quello stesso strumento si sarebbe sterilmente esaurito, senza un vero motivo, senza uno scopo. Sarebbe come aver camminato per le strade dell’esistenza privi di una meta, senza orizzonte. Senza mai essersi posti una domanda e, soprattutto, senza mai aver cercato una risposta.
Arrivando alla fine del viaggio senza quasi essersi mai mossi; essendo rimasti fermi; più che vivendo (realmente) osservando scorrerla passivamente, la vita. Giungendo al momento di attraversarla, quella magnetica e misteriosa strada, da marciapiede a marciapiede, di traghettarla da sponda a sponda, privi di consapevolezza e quasi senza rendersene conto.
Ecco: suonare uno strumento NON PUO’ e NON DEVE ( o non dovrebbe) ridursi a IMPARARE A SUONARE UNO STRUMENTO.
Suonare uno strumento, che sia la chitarra o altro, dovrebbe poter essere un bagaglio di esperienza da accumulare, uno scrigno da aprire, scoprendone il contenuto, e da riempire delle cose più belle; lo scolpire la propria sensibilità lavorandola come una duttile creta cui dare la forma che più ci rappresenta in modo che la stessa sia, a un certo punto, la forma della (nostra) sostanza. Espressione dell’oltre e di (molto) altro in ognuno di noi.
Lavorare su sé stessi come individui, vibrare e far vibrare, veicolare emozioni attraverso frequenze e muovendo energia.
E quindi poi, certo, fare Musica. Tanta, tanta, ma tanta musica.
Arrivando a essere ciò che si fa. Nel nostro caso essere Musica.
Una scala fuori da un contesto musicale è semplicemente un scala; una scala dentro una frase musicale è musica.
In un luogo come il Conservatorio, per sua natura deputato alla formazione degli strumentisti di domani, di chi un giorno entrerà in una orchestra (in quelle che sopravviveranno! verrrebbe da dire. E perché no…magari in quelle che, invece, potremmo/potremo ancora formare); di chi terrà concerti, di chi a suo volta insegnerà trasmettendo il piacere del sapere, ecco: in un luogo privilegiato come questo è giusto e doveroso che lo studente (individuo singolo, universo complesso unico e irripetibile) venga alimentato dentro; è importante consentirgli di abbeverarsi a una fonte che possa nutrirlo saziandolo in maniera più completa. Una fonte che, con il tempo, scoprirà di possedere in sé.
Un cibo interiore che, sfamato quel “terzo cervello” (la testa del cuore), renda lo studio del famoso strumento non più, solo ed esclusivamente, l’apprendimento di una pratica, di una disciplina seppur espressa alla massima potenza e con la massima professionalità.
Perché quei dieci anni trascorsi nella grande famiglia dei musicisti, dentro le mura storiche e affrescate di un palazzo dedicato alla patrona della Musa più eterea, impalpabile e meravigliosa, non siano – soltanto, com’è didatticamente corretto che sia – la dolce clausura della disciplina; ma ossigeno puro per ogni singolo polmone artistico che lì dentro si espanda.

Perché lo strumento (qualunque strumento) sia Musica.
Perché Musica sia soffio vitale, respiro, ascolto e canto di bellezza al mondo.

E perché, oltre le sei di questo (mio) meraviglioso strumento che è quasi una orchestra, risuoni quella settima corda inesistente su manico e tastiera, invisibile a occhio nudo, che è fuori e dentro di noi; che siamo noi stessi. Che è tutto il resto, altro oltre la chitarra.
Marcos Vinicius

 

Perfomance del M° Giacomo Palazzesi: “Bottom’s Dream” – La musica di Henze e Bach eseguita su chitarra storica Manuel Ramirez del 1906.
in programma domenica 29 settembre dalle 12 alle 13 nel Classic Stage 3

Bottom’s Dream è il titolo del secondo movimento della sonata di Henze che verrà eseguita e che è quindi ispirata ai personaggi shakesperiani. Rende abbastanza sia l’aspetto onirico chitarristico, sia il giocare ai confini tra eseguibilità e non, della musica scritta da questi due compositori (una musica che, infatti, può solo costantemente tendere a, invece che risolversi definitivamente), sia la forte componente stilistica di Manuel Ramirez.
Programma: Johann Sebastian Bach: Suite BWV 996 (Praleudio-Presto, Allemande, Courante, Sarabande, Bourrée, Gigue) – Hans Werner Henze: Royal Winter Music, Second Sonata on Shakespearean Characters (Sir Andrew Aguecheek, Bottom’s Dream, Mad Lady Macbeth)